Archivi categoria: Cultura

I will

notizie

Aperte le iscrizioni al concorso promosso da Fondazione Arezzo Wave Italia per premiare il miglior spot sul volontariato. Il servizio di Clara Capponi. (sonoro)

E lo stesso Erriquez leader del gruppo Bandabardò a metterci faccia e voce per spiegare come funziona il concorso Iwill: Un video di 30 secondi realizzato da artisti under 35 residenti in Toscana. E’ questa la formula per i migliori spot che parlano di volontariato e solidarietà promosso dalla Fondazione Arezzo Wave Italia con il contributo della regione Toscana il Dipartimento della Gioventù e servizio civile nazionale e Cesvot. Per partecipare e segnalare la propria opera artisti digitali, gruppi e musicisti toscani hanno tempo fino al 15 marzo. In palio 3mila euro che verranno consegnati dallo stesso Erriquez in un evento pubblico in programma nel mese di maggio

Porti sbarrati, pagine aperte

notizie

È il nome del laboratorio di scrittura interculturale che partirà a febbraio all’Università di Bologna rivolto a studenti, esterni, rifugiati e richiedenti asilo. A coordinare sarà Wu Ming 2: “Con i tagli allo Sprar e alle scuole di italiano – sottolinea l’autore – è difficile formare classi eterogenee”.

Il maestro di Gaza

notizie

Sugli scaffali le storie del popolo palestinese raccontate da Ramy Balawy, insegnante e avvocato dei diritti per i minori, raccolte dall’autrice e cantante Alessandra Ravizza. Uno scritto denso di umanità che offre al lettore la possibilità di apprendere cosa voglia dire vivere in un paese occupato da anni. Edizioni Aut Aut. Ascoltiamo la curatrice. (sonoro)

One more chance

notizie

È il titolo del singolo d’esordio di Daniele Parati, brano il cui testo è formato dalle parole pronunciate dai detenuti del carcere di Arezzo per raccontare la propria storia. Disponibile su YouTube e Spotify anche il video della canzone.

La vera storia di Matera 2019

notizie

L’attrice di teatro civile Tiziana Di Masi racconta la vicenda di un gruppo di volontari che trasformarono la città dei Sassi in capitale europea della cultura. Il servizio  di Clara Capponi. (sonoro)

Una sfida nata dal basso e fondata sul volontariato. Quasi nessuno sa che la candidatura della città lucana a capitale europea della cultura (avvenuta nel 2008), fu possibile grazie a due persone comuni che insieme ad altri amici, volontariamente e in modo gratuito decisero di intraprendere dieci anni fa il percorso che ha portato alla nascita dell’associazione culturale Matera 2019 e alla nomina avvenuta il 17 ottobre 2014. A pochi giorni dalla cerimonia di apertura è on line “La vera storia di Matera 2019” il video che racconta la vicenda, realizzato da Tiziana Di Masi, attrice di teatro civile che proprio a Matera ha esordito con #IOSIAMO lo spettacolo dedicato al volontariato e sostenuto da CSVnet.

La cura dei libri

notizie

Ben 883 volumi sono stati donati alla biblioteca pediatrica della Strega Teodora del Policlinico di Modena. A promuovere il progetto i volontari dell’associazione Segnalibro. La struttura, nata nel 2000, ha contato solo lo scorso anno 1012 nuovi iscritti, soprattutto ragazzi.

Dafne

notizie

In anteprima mondiale al Festival di Berlino, il film diretto da Federico Bondi racconta la storia di una trentenne con sindrome di Down che deve affrontare la perdita della madre e le conseguenze sugli equilibri familiari. Protagonista della pellicola è Carolina Raspanti, già autrice del libro “Questa è la mia vita”.

Eredi eretici

notizie

Debutta mercoledì lo spettacolo della Compagnia del Pratello a Bologna. In scena nove giovani in carico ai servizi di giustizia minorile, un minore straniero non accompagnato inserito nel sistema Sprar e un ragazzo che, entrato nella compagnia cinque anni fa, ha scelto di non abbandonarla. Appuntamento al Teatro Arena del Sole.

L’arte di De Filippo anima Scampia

notizie

I ragazzi e maestre dell’istituto comprensivo Alpi-Levi si cimentano con uno dei grandi classici: “Natale in casa Cupiello”. È una delle rappresentazioni studiate durante l’anno del laboratorio teatrale che coinvolge tutti i plessi di scuola primaria e secondaria di primo grado del quartiere napoletano.