Non c’è un Pianeta B

notizie

L’attivista svedese Greta Thunberg e il movimento studentesco FridaysForFuture sono stati nominati Ambasciatori della coscienza per il 2019 da Amnesty International. Il servizio di Fabio Piccolino. (sonoro)

Greta Thunberg e il movimento studentesco Fridays for future sono stati nominati Ambasciatori della coscienza 2019 di Amnesty International. Il premio, istituito nel 2002, riconosce l’impegno di chi ha promosso la causa dei diritti umani usando il proprio talento per ispirare altre persone: l’iniziativa di Greta ha coinvolto oltre un milione di studenti in tutto il mondo, sensibilizzando l’opinione pubblica sulle questioni climatiche. Secondo Kumi Naidoo, segretario generale di Amnesty International “Ogni giovane che prende parte ai Fridays for future rappresenta ciò che significa agire con la propria coscienza. Sono loro a ricordarci che abbiamo più potere di quello che immaginiamo e che possiamo avere un ruolo nella protezione dei diritti umani di fronte alla catastrofe climatica”.