#SignAndPass

notizie

Parte dal calcio femminile di serie A e dai dilettanti, la versione italiana della campagna pro-refugees di Barcellona e Unhcr. L’iniziativa è promossa da Atletico Diritti nell’ambito delle Football People action weeks 2017 e della Rete Fare-Football against racism in Europe.

 

La polisportiva Atletico Diritti è nata nel 2014 per volontà delle Associazioni Antigone e Progetto Diritti con il sostegno dell’Università di Roma Tre. Da quest’anno è supportata anche da Banca Popolare Etica – che ha apposto il proprio logo sulle maglie della squadra di calcio – e dallo Studio Legale Associato Legance. La squadra, che disputa il campionato ufficiale di terza categoria, è composta da migranti, studenti e ragazzi in esecuzione penale. #SignAndPass si prefigge l’obiettivo di sensibilizzare sul tema dello sport quale straordinario veicolo di integrazione per i rifugiati e rappresentare un importante strumento per una positiva trasformazione sociale. Persone di tutto il mondo possono mostrare il loro supporto per la causa firmando digitalmente un pallone da calcio per poi passarlo simbolicamente ai propri amici, condividendolo sui social network. Il pallone è già stato firmato e passato da più di un milione e mezzo di persone, e non sembra destinato a fermarsi. Lanciano la campagna Carlotta Sami (portavoce Unhcr), Susanna Marietti (Presidente Atletico Diritti e coordinatrice nazionale di Antigone) e la Res Roma Calcio Femminile che disputa il campionato nazionale di Serie A, insieme all’Associazione Italiana Calciatori, a Raffaella Chiodo Karpinsky (Fare Network-Football Against Racism in Europe).
Le Football People action weeks, cui Atletico Diritti aderisce per il secondo anno consecutivo, sono un movimento internazionale composto da oltre 100.000 persone che, dai club ai giocatori professionisti fino a quelli amatoriali, dal 5 al 19 ottobre sottolineeranno la potenza del calcio per unire le persone e celebrare le differenze.