Notizie

Festival “Tulipani di seta nera”: 4 giorni di cinema sociale a Roma

di Redazione GRS


Da oggi a domenica a Roma torna il Festival Tulipani di seta nera. Il servizio di Patrizia Cupo

Ambiente, sostenibilità, inclusione. Il tutto come rappresentato dal cinema sociale, per 4 giorni di incontri, premiazioni e oltre 100 proiezioni tutte aperte al pubblico. La 17esima edizione del Festival Tulipani di seta nera offre 4 sezioni in concorso: Cortometraggi, Documentari, Digital Series e #SocialClip; premio alla Carriera a Ricky Tognazzi e Simona Izzo. L’evento è patrocinato da grandi enti attivi nel sociale, tra cui Anmil che, anche per questa edizione, promuove un Premio per i film dedicati alla sicurezza sul lavoro.

Salone del libro di Torino: gli appuntamenti del sociale

di Redazione GRS


Torna da domani a lunedì il Salone internazionale del libro di Torino. Il servizio di Patrizia Cupo

Quasi 2mila eventi solo a Lingotto e altri 650 diffusi sul territorio: con il tema “Vita immaginaria”, il Salone del libro 2024 sarà il più grande di sempre, con 137mila metri quadrati di superficie, 15mila posti a sedere in più all’Auditorium ed eventi davvero da non perdere. Tra questi, il dialogo con Salman Rushdie. Sarà invece l’Unione italiana ciechi e ipovedenti a portare al Salone il tema dell’accessibilità, prima con il convegno “La città è di tutti”, domani sera al Lingotto, e poi con una serie di eventi dedicati al codice Braille e all’autonomia delle persone disabili visive.

Part-time: troppo spesso una costrizione, soprattutto per le donne

di Redazione GRS


Pubblicato il report del Forum Disuguaglianze Diversità sul lavoro part-time. Il servizio è di Anna Monterubbianesi

Il part-time in Italia non è una scelta. Specialmente per le donne. È quanto emerge dal Report del Forum Disuguaglianze e Diversità sui dati Istat 2022 che fotografa il fenomeno: emerge che sotto ogni profilo, socio-demografico, territoriale, di tipologia contrattuale o di settore le donne sono maggiormente colpite degli uomini, in particolar modo nel Mezzogiorno, tra le persone straniere, tra chi possiede un basso titolo di studio e tra le persone con un impiego a tempo determinato. Cresce quindi il lavoro femminile all’insegna della precarietà e della debolezza contrattuale ed emerge come nel nostro Paese il fenomeno sia dovuto più alle esigenze delle imprese di ridurre il costo del lavoro e da politiche attuate negli anni. Tra le possibili aree di intervento individuate dal gruppo di lavoro: rafforzare la Contrattazione e Aumentare i controlli