Notizie

L’Unione fa la forza

di Redazione GRS


Al via una consultazione pubblica, a livello europeo, sui temi della disabilità. Il servizio di Katia Caravello: in vista dell’elaborazione della nuova Strategia 2020-2030 sulla disabilità, la Commissione Europea ha avviato una consultazione pubblica aperta fino al 23 ottobre a tutti i cittadini e le organizzazioni dell’UE, con l’obiettivo di raccogliere la maggior quantità possibile di informazioni utili a sviluppare nel migliore dei modi le prossime politiche in materia. Sono in particolare invitati a partecipare, le persone con disabilità e le associazioni che le rappresentano, gli operatori sociali, i funzionari delle Pubbliche Amministrazioni a livello dell’Unione Europea ,le organizzazioni e le ONG attive nell’ambito della disabilità, nonché le imprese impegnate nella fornitura di tecnologie assistive e/o nell’erogazione di servizi in quest’area. Il questionario è disponibile, anche in lingua italiana, sul sito ufficiale dell’Unione Europea.

L’arte a portata di smartphone

di Redazione GRS


Un’App rende accessibili i siti storici di Castelfiorentino. È lo spirito di BeGo, un nuovo strumento accessibile e inclusivo che cittadini e turisti potranno utilizzare per scoprire il Museo Benozzo Gozzoli del Comune toscano, i luoghi più suggestivi e importanti del territorio e della celebre Via Francigena.

Fuori campo

di Redazione GRS


Contro l’abbandono dello sport, al via nel modenese la terza edizione della rassegna itinerante che propone un calendario di incontri e laboratori a base di pallavolo, judo, nuoto e danza. Il progetto coinvolge le società del territorio. Si inizia oggi con il ciclo “Oggi alleno io”, un laboratorio sul rapporto con l’allenatore e su come contrastare il senso di fallimento individuale.
Dopo la seconda edizione tra Carpi e Soliera, la manifestazione itinerante torna con una terza tornata di appuntamenti tra Modena, Spilamberto e San Cesario con l’intervento di quattro sodalizi ben radicati nella nostra provincia. In campo ci saranno infatti Altroritmo Tonika (danza), Geesink Due (judo), Team Nuoto Modena (nuoto) e Volley San Cesario (pallavolo, era già stata ospite del progetto), ma soprattutto i ragazzi che saranno i veri protagonisti assieme agli esperti chiamati in causa. L’organizzazione fa sempre capo all’associazione sportiva Young Volley, in collaborazione con l’associazione di promozione sociale Fuori Campo 11 e con la psicologa dello sport Valentina Marchesi; e col co-finanziamento dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena. Ricco il calendario di appuntamenti. Quattro incontri con ciascuna società, per proporre uno schema comune ma con differenti ospiti e declinazioni a seconda della disciplina. In novembre sarà la volta di “Teatro in campo”, un laboratorio teatrale finalizzato a permettere di ritrovare la fiducia nelle proprie capacità e a sviluppare il tema della consapevolezza in scena-campo: assieme all’associazione sassolese-reggiana Quinta Parete, la palestra diventerà un palcoscenico nel quale gli atleti impareranno a esprimere le emozioni e a comunicare in maniera più semplice, agevolando perciò l’appianamento dei problemi che accompagnano la crescita, come la timidezza e il rapporto col corpo che cambia. In dicembre “Incontro col campione” sarà il terzo tour di appuntamenti, in risposta alla difficoltà a conciliare scuola e allenamenti oltre che sul tema delle relazioni con coach e compagni: appunto ogni volta un differente campione, sempre legato al territorio, racconterà il proprio vissuto da praticante prima che di atleta di successo, prendendo poi fattivamente parte a un’esibizione della disciplina specifica del club. Nelle palestre così si succederanno stelle di casa nostra come Ludovico Fossali e Sara Desini, giusto per citare due dei quattro ospiti. L’ultimo ciclo di incontri, in gennaio dell’anno prossimo, sarà “La merenda dell’atleta”: si tratterà di un laboratorio, realizzato con la nutrizionista dello sport Chiara Mezzetti, votato all’insegnamento del “prendersi cura di sé” grazie all’illustrazione di un’alimentazione corretta e di stili di vita salutari, servendo anche il tema del team building. Prenderà poi vita l’appuntamento conclusivo del progetto: a inizio febbraio andrà in scena una “Gara di buffet” destinata a coronare l’esperienza. I protagonisti saranno i ragazzi delle quattro società, che concretizzeranno gli insegnamenti della nutrizionista realizzando vere e proprie spese con un budget definito e con le quali concepiranno piatti secondo le logiche del benessere psico-fisico: sarà una festa nella quale lo staff di Fuori Campo premierà le pietanze e celebrerà il percorso compiuto, consentendo alle società di “restituire” i concetti e valori approfonditi nei diversi appuntamenti.

 

 

Indietro tutta

di Redazione GRS


L’Italia ancora in affanno nella transizione verso un modello sostenibile sul piano economico, sociale e ambientale nonché su alcuni temi chiave come povertà, ambiente, energia. E con forti disuguaglianze, anche territoriali. Tutto nero su bianco nel rapporto dell’Asvis. Ascoltiamo il portavoce Enrico Giovannini. (sonoro)

Così non va

di Redazione GRS


Le Reti di rappresentanza delle organizzazioni di cooperazione internazionale CINI, AOI e LINK2007 esprimono preoccupazione rispetto al fatto che la Nota di Aggiornamento del DEF, diversamente dagli anni passati, non contenga alcuna cifra sulle previsioni di crescita dei volumi di Aiuto Pubblico allo Sviluppo, ma solo un generico accenno al riallineamento con gli standard internazionali.

Salute solidale

di Redazione GRS


Apre a Roma un ambulatorio dedicato ai richiedenti asilo e ai detentori di protezione internazionale con servizi dedicati alla diagnosi, cura e alla riabilitazione. È questo il progetto Prisma, Prevenzione e Salute per i MigrAnti, promosso dalla Fondazione Policlinico Gemelli in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e la Comunità di Sant’Egidio.

Solo al comando

di Redazione GRS


Amnesty International denuncia la più ampia ondata di arresti di massa in Egitto dall’arrivo al potere del presidente al-Sisi. Il servizio di Fabio Piccolino. (sonoro)

Amnesty International l’ha definita “la più grande ondata repressiva dall’arrivo al potere di Al-Sisi”: è quella messa in atto dalle autorità egiziane a partire dallo scorso 20 settembre e che ha portato finora all’arresto di oltre 2300 persone, tra cui più di cento minorenni. Avvocati per i diritti umani, giornalisti, attivisti, esponenti politici, ma anche soltanto manifestanti pacifici: una stretta che, se arriverà a giudizio, darà luogo al più grande procedimento penale della storia egiziana per fatti relativi a manifestazioni di piazza. Secondo Amnesty “Il governo ha orchestrato questa campagna repressiva per abbattere il minimo segnale di dissenso: chiunque sia considerato una minaccia sarà colpito”.

Pagine d’evasione

di Redazione GRS


Romanzi, penne, quaderni in regalo per far sentire meno soli, e dare strumenti utili per il futuro a chi si trova in carcere. A Bologna torna la Colletta del libro e della cartoleria. Fino al 31 dicembre sarà possibile comprare materiali che verranno poi donati agli studenti della scuola della Casa circondariale Dozza.

Casa Simoncelli

di Redazione GRS


Sei stanze, grandi spazi comuni e poi una palestra, una piscina e un parco giochi. A quasi otto anni dalla morte del campione dalla moto GP, a Coriano, nel Reatino, apre il centro socio-assistenziale per persone con disabilità gestito dalla Comunità di Montetauro. La struttura potrà ospitare fino a dieci persone.

Ad ottobre apre i battenti Casa Simoncelli, il centro socio-assistenziale per disabili gestito dalla Comunità di Montetauro, già inaugurato lo scorso 20 gennaio in occasione dell’anniversario del compleanno del Sic, il pilota scomparso il 23 ottobre 2011 nel Gran Premio della Malesia. Una struttura di 1.700 metri quadrati, che si estende su un’area di oltre 10 mila, situata a Coriano (RI), su una bassa collina che guarda il mare.
“In questi giorni stiamo portando gli ultimi mobili nella struttura: entro fine ottobre inizieremo a lavorare – spiega Don Lanfranco Bellavista della comunità di Montetauro –. Lo spazio funzionerà come centro residenziale per disabili medio-gravi e anche come centro diurno. Organizzeremo attività ludiche e riabilitative, con la possibilità sfruttare gli spazi della palestra, la piscina e il parco giochi. E nelle sale polifuzionali organizzeremo incontri, convegni, feste, spettacoli o concerti, in collaborazione con altre associazioni e cooperative”.
La struttura è stata finanziata dalla Fondazione Simoncelli, fondata dal papà di Marco, Paolo Simoncelli, insieme alla moglie Rossella e a Kate Fretti, l’allora fidanzata del Sic. Il costo complessivo è stato di 2,2 milioni di euro, messi insieme grazie alle tante donazioni e al ricavato di iniziative in ricordo di Simoncelli, come Buon Compleanno, Spurtlèda58 e Motoraduni. Il centro potrà ospitare dai 6 ai 10 ospiti: si manterrà così una dimensione familiare molto cara alla Comunità di Montetauro, cooperativa sociale che da anni lavora sul territorio nel campo della disabilità e a cui Marco Simoncelli era particolarmente legato. “La prima volta che è venuto a trovarci, per lui è stato uno shock – racconta Don Lanfranco Bellavista –. Dopo poco, però, Marco ha imparato a relazionarsi con i nostri ospiti: era il loro idolo, sia come campione di moto, sia perché era molto simpatico e dolce. Tra lui e i ragazzi si era creato un feeling particolare”.

Bene comune

di Redazione GRS


Si celebra oggi la quinta edizione del #DonoDay2019, dedicato a chi fa del dono una pratica quotidiana. Il servizio di Anna Monterubbianesi. (sonoro)

Alla vigilia del 4 ottobre, Giorno del Dono, l’Istituto Italiano della Donazione ha presentato il suo rapporto “Noi doniamo – edizione 2019”. Un’analisi sullo stato di salute della generosità degli italiani. Dopo anni di difficoltà e di segnali negativi, i gesti di solidarietà hanno ripreso a crescere: nel 2018 è tornata a salire la percentuale di chi dona per una buona causa. Secondo dati Istat nello stesso anno sono stati 7,65 milioni gli italiani ad aver effettuato almeno una donazione in denaro negli ultimi dodici mesi, 108.000 in più rispetto al 2017. In leggero aumento il numero dei volontari così come il mondo delle donazioni biologiche, dal sangue agli organi. D’altra parte però è calata la fiducia degli italiani nei confronti delle organizzazioni di terzo settore.