Al tempo del Covid-19 ecco il contagio di un virus buono nel Paese: il mutualismo

 

Al tempo del Covid-19 un virus buono sta contagiando il Paese: il mutualismo. Esperienze e iniziative di cooperative sociali, associazioni, reti di cittadini e comitati di quartiere si stanno organizzando nella storica forma di economia solidale e cooperativa.

Raccolta di spesa e farmaci per anziani e famiglie in difficoltà, pasti per i clochard, forme di didattica a distanza per i bambini, sportelli e numeri verdi di assistenza, volontari disponibili all’ascolto per chi è a rischio violenza in casa. Queste sono le principali iniziative che si stanno diffondendo su tutto il territorio.

Ad esempio a Napoli è nata la Brigata di Appoggio Mutuo Bam che mette insieme tutta le rete di associazioni e volontariato laico e cattolico di Scampia. Queste esperienze nascono dalla insufficienza del Cura Italia che non raggiunge i bisogni delle fasce più popolari e fragili.

Per affrontare la crisi drammatica che verrà bisogna capovolgere il paradigma: in biologia, il mutualismo è associazione tra individui di specie differenti che comporta un vantaggio reciproco per gli individui associati, senza che tale rapporto sia obbligato, potendo le due specie vivere anche indipendentemente l’una dall’altra.

Che il mutualismo dilaghi come un virus.

Giuseppe Manzo giornale radio sociale