Crimini d’odio, appello di Arcigay alla politica per una legge che colmi “il gap enorme” dell’Italia


 

 

 

Diritti cercasi. In chiusura di legislatura Arcigay rimarca l’esigenza di una legge contro i crimini d’odio. Il servizio di Pierluigi Lantieri.

“Un periodo drammatico, in un contesto altrettanto drammatico”: la situazione la dipinge con insoddisfazione e rammarico Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay. Neanche questa volta lo scioglimento delle Camere è arrivato al termine di una stagione riformatrice. “La nostra richiesta alla politica – aggiunge – resta la stessa: che l’Italia colmi rapidamente il gap enorme che la distingue dalla maggioranza dei Paesi europei, in termini di diritti ed autodeterminazione”.

Un grido che trova sempre più vigore a causa dei continui episodi di odio registrati lungo tutta la Penisola. L’ultimo a Pavia, dove la sede di Arcigay “è stata oggetto dell’ennesimo atto vandalico”.