Archivi categoria: Società

“Salva Italia”, ma non l’ambiente


Critiche al decreto appena varato dal governo Monti sulle liberalizzazioni in materia di bonifiche ambientali e delle aree industriali. Stefano Ciafani, vicepresidente di Legambiente: “il Decreto Salva Italia è oramai diventato legge e insomma ci sono alcune disposizioni che prevedono delle procedure semplificate anche un po’ confuse a volte, sulle bonifiche dei siti inquinati e soprattutto dei siti di interesse nazionale, quindi le grandi aree industriali che rischiano, visto che le bonifiche vanno già a rilento da tanti anni. E con queste norme che ci sembrano un po’ confuse rischiamo di rallentare ancora di più il processo”. 

Più sociale per tutti


Si è conclusa la due giorni romana dove si è parlato di welfare e sviluppo. Il servizio è di Eleonora Caneti: si sono chiusi i lavori della conferenza “Cresce il Welfare, cresce l’Italia” che hanno visto la partecipazione di più di 500 persone tra i gruppi di lavoro e le sessioni plenarie. Il commento di Paolo Beni, presidente dell’Arci: un appuntamento veramente molto positivo che sta riaprendo la possibilità del dialogo tra i soggetti diversi che a vario titolo sono gli attori delle politiche di welfare locale. Tutti condividiamo l’esigenza di ripartire dalla base culturale, dalla filosofia, dalle intuizioni di quella che fu la Legge 328 per vedere come oggi, in una mutata situazione, possiamo ridarle forza.

Il futuro del Welfare


Se n’è parlato oggi a Roma. Il servizio è di Giuseppe Manzo e Fabio Piccolino. “Cresce il Welfare, cresce l’Italia”. A Roma è in corso la due giorni sui temi e sulle proposte per il futuro delle politiche sociali. Sul tavolo i tagli e l’emergenza della crisi con la proposta di un nuovo patto sociale e una nuova idea di responsabilità collettiva. Al centro della relazione introduttiva la proposta di trasformare in welfare in motore di sviluppo. Ascoltiamo l’economista Paolo Leon che si è rivolto alle organizzazioni di terzo settore: Se il Comune non ha una strategia, non guarda al proprio compito assistenziale come se fosse parte dello stato sociale universale, ma invece lo guarda di nuovo come se fosse benificienza, allora c’è il rischio che il terzo settore muti la sua carateristica e invece di essere il complemento, addirittura la spinta alla funzione pubblica, finisce per essere complice.

Cresce il welfare, cresce l’Italia


È questo il titolo dell’iniziativa che inizia domani a Roma. Due giorni di incontri e dibattiti pubblici in cui circa cinquanta organizzazioni sociali del nostro Paese si ritroveranno per legare sviluppo economico e rilancio dello stato sociale.

Il giorno che non c’è la ’ndrangheta


Domani a Lamezia Terme la marcia per la legalità. Il clima però, dopo l’ultimo atto intimidatorio di sabato scorso, non è dei più sereni. Sentiamo Don Giacomo Panizza, fondatore della Comunità Progetto Sud: è un’altra Lamezia che non ce la fa più, però a quest’altra Lamezia il 29 febbraio io dirò apertamente che dopo il 29 febbraio c’è il 1 marzo, il 2 marzo, 8 marzo… ci sono cioè tutti gli altri giorni della vita.

Un colpo alla legalità


Sabato notte l’edificio che ospita la Comunità Progetto Sud a Lamezia Terme è stato oggetto di una nuova intimidazione mafiosa: contro il centro, sequestrato alla criminalità organizzata e assegnato ad attività sociali, è stato esploso un colpo di pistola. Il nuovo episodio arriva a 48 ore dalla manifestazione contro la ’ndrangheta in programma domani nella città della Piana.

Volontari e la carta d’identità


In corso a Lucca il Villaggio solidale. Tanti i temi in programma fino a domenica. Tra questi anche una proposta di svecchiamento dell’intero settore, lanciata da Riccardo Guidi del Centro Nazionale per il Volontariato: La base associativa del volontariato italiano è abbastanza anziana, i giovani nelle associazioni sono meno del 24%, ciò che invece è soprattutto preoccupante, dal nostro punto di vista, è che i giovani sono molti meno nei consigli direttivi e sono ancora meno tra i presidenti delle organizzazioni di volontariato, solo il 3%.

Giovani e donne, i grandi assenti del volontariato


Secondo una ricerca condotta da Fvp e Cnv su oltre 2.000 associazioni, il l’intero settore è investito da una crisi generazionale e da una disparità di genere, soprattutto ai vertici. Nel complesso, però, i volontari italiani aumentano e la crisi non sembra spaventare.

“Il non profit rimanga indipendente”


È l’appello lanciato dal presidente dell’Agenzia del Terzo settore, Stefano Zamagni. Agenzia che rischia di essere inglobata all’interno del ministero del Welfare. “Se ciò accadesse – ha detto Zamagni – verrebbe meno il suo ruolo di terzietà”.

Acque esplosive


30mila ordigni inabissati nel mare Adriatico; 13mila i proiettili e 438 i barili contenenti pericolose sostanze tossiche nel golfo di Napoli; 84 tonnellate di testate all’arsenico di fronte a Pesaro. Ma è tutta l’Italia ad essere circondata da queste bombe inesplose della seconda guerra mondiale. “Un vero e proprio cimitero chimico letale per l’ecosistema e la salute delle persone”, denuncia Legambiente.