Archivi categoria: Società

Servizio civile, risorse ridotte


Nella Legge di bilancio il Fondo passa da 152 milioni di euro a 148. Vuol dire quasi 5 mila volontari in meno. A questa riduzione va aggiunto l’annullamento di quasi 18 milioni di euro del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione da parte del Viminale per l’avvio di circa 2.800 giovani stranieri titolari di protezione internazionale o umanitaria.

Italia nel fango


Il clima sta cambiando, ma il nostro Paese è impreparato. Sono 7,5 milioni i cittadini che vivono o lavorano in aree a rischio. Il servizio di Anna Monterubbianesi. (sonoro)

Da Nord a Sud l’Italia è in ginocchio per il maltempo. L’ondata che ha colpito il Paese ha lasciato moltissimi danni tra frane, esondazioni, trombe d’aria. Fino alla drammatica situazione della Sicilia dove due famiglie sono state travolte dalla piena del fiume esondato. Legambiente lancia l’allarme: “Il clima sta cambiando, ormai è un dato di fatto. Urgente un Piano nazionale di adattamento al clima con interventi coerenti e coordinati su scala regionale e territoriale”. E un’analisi di Coldiretti colloca l’Italia tra i dieci Paesi più colpiti al mondo per alluvioni, siccità, tempeste, ondate di calore e terremoti con perdite per 48,8 miliardi di euro negli ultimi 20 anni. E con oltre 7 milioni di persone che risiedono in territori a rischio idrogeologico per alluvioni o frane. Diventa sempre più fondamentale una legge contro il consumo del suolo. Con un fondo di almeno 200 milioni l’anno da destinare ai comuni per i Piani clima

FranaItalia


Oltre trenta i morti dopo i nubifragi di questi giorni. Incuria del territorio e mancanza di sicurezza le cause di tragedie evitabili. Contro nuovi condoni edilizi continua la battaglia di Legambiente. Sentiamo il presidente Stefano Ciafani. (sonoro)

Sotto il banco


“Come ogni anno, quando inizia il maltempo nelle scuole di tutta Italia le finestre vengono distrutte dal vento, i corridoi iniziano ad allagarsi e i soffitti crollano per le infiltrazioni”. Così, in una nota, l’Unione degli Studenti sottolinea i disagi che stanno incontrando i ragazzi in questi giorni e chiedono la messa in sicurezza degli istituti.

L’umanità che fa bene


Ha compiuto un anno la campagna “Ero straniero”, nata per cambiare le politiche sull’immigrazione e superare le legge Bossi-Fini. Il servizio di Anna Monterubbianesi. (sonoro)

Ad un anno di distanza le associazioni promotrici, tra cui Arci, Centro Astalli, Acli, Cild e Cnca, restano particolarmente critiche sulle politiche in tema di immigrazione del Governo, sulle proposte di abolizione del permesso di soggiorno per motivi umanitari e sul restringimento del sistema Sprar. Rilanciano invece i temi della proposta di legge d’iniziativa popolare presentata lo scorso anno. Proprio in queste settimane in cui il ‘decreto sicurezza’ è al Senato per la conversione in legge, le associazioni dichiarano la propria contrarietà ad una gestione delle migrazioni con logiche securitarie e di ordine pubblico, individuando il rafforzamento dell’accoglienza diffusa come ricetta per garantire sicurezza e inclusione. Tra le richieste: forme di regolarizzazione su base individuale degli stranieri già radicati nel territorio, misure per l’inclusione sociale e lavorativa di richiedenti asilo e rifugiati, canali diversificati di ingresso per lavoro, o ancora l’abolizione del reato di clandestinità.

No ai giustizieri


Oltre 27 mila firme per la petizione di Antigone contro la proposta di legge sull’allargamento del regime della legittima difesa, appena approvata al Senato. Secondo l’associazione, “dati sugli omicidi ai minimi storici, incentivare l’utilizzo delle armi non farà altro che far aumentare il numero dei morti nel nostro Paese”.

Folle condono


Un appello chiede di fermare la sanatoria edilizia per Ischia. La misura contenuta nel decreto Genova consentirebbe nuovi abusi mettendo a rischio le persone. Gli edifici che verrebbero sanati sono quelli costruiti in aree a rischio frana e sismico. Ai nostri microfoni Maria Teresa Imparato, presidente di Legambiente Campania.

Nuova vita


A Palermo, sei immobili confiscati alla mafia saranno destinati ad importanti attività sociali. Diventeranno un centro per accoglienza e orientamento di cittadini con disabilità, un dormitorio per senza dimora, un supporto ai servizi sociali comunali, un centro per bambini con disturbi dello spettro autistico, la sede della Consulta della Pace e la nuova sede del Cesvop.

Fuori dal Comune


Ogni anno in Italia 170 amministrazioni vengono commissariate. Il 2013 è stato l’anno record: con l’arrivo del governo tecnico guidato da Mario Monti, infatti, c’è stato un aumento del 26%,. Ma secondo lo studio di Openpolis, nei primi 8 mesi del 2018 si registrano già “numeri fuori dalla media” con 119 casi.

“Con i migranti, per fermare la barbarie”


Con questo appello decine di associazioni invitano tutti, sabato prossimo, a partecipare alle manifestazioni in giro per l’Italia. Il servizio è di Anna Monterubbianesi.

Tante associazioni si stanno mobilitando per manifestare sabato prossimo nelle piazze italiane contro un clima crescente di razzismo e paura. “Con i migranti per fermare la barbarie”. E’ questo lo slogan che muove i promotori, tra cui Arci, Actionaid, Avvocato di Strada, Centro Astalli, Baobab, Cnca, Legambiente, Libera, Oxfam per chiedere un cambio di prospettiva in nome dei diritti, del rispetto, del senso di civiltà ed umanità. “In Italia e in Europa – dichiarano le associazioni – risuonano forti campanelli di allarme. Razzismo e xenofobia vengono ogni giorno instillati tra gli italiani, crescendo nelle città e nelle periferie. E così a milioni di donne, uomini, bambini viene negato qualsiasi diritto. E così crescono diseguaglianze e nuove povertà. Eppure le reazioni all’attacco di Riace e la sottoscrizione per la mensa dei bambini figli di stranieri a Lodi dimostrano che è alta la voglia di difendere la democrazia e la pace. Per questo le associazioni invitano a scendere nelle piazze italiane sabato 27 ottobre 2018.