Archivi categoria: Società

8 marzo tutto l’anno


Nel Terzo settore italiano la componente femminile ha un peso importante con più del doppio delle lavoratrici rispetto agli uomini. Il servizio di Giuseppe Manzo.

 

La fotografia di genere del Terzo settore mostra il peso della componente femminile nelle organizzazioni, con più di un milione e 800 mila volontarie ed oltre il doppio delle lavoratrici rispetto agli uomini. Assistenza sociale, protezione civile, cooperazione sociale e sanità, sono gli ambiti di maggiore attività in cui la percentuale di donne supera il 70%. Con numeri così importanti, come dichiara la portavoce del forum del terzo settore Claudia Fiaschi in occasione della Giornata internazionale delle donne, “la componente rosa è molto più numerosa che in altre realtà socio-produttive e rappresenta un grande valore aggiunto”. Uguaglianza di genere ed empowerment per tutte le donne e le ragazze sono anche al centro di uno degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Su questo l’impegno di moltissime organizzazioni di terzo settore dimostra la consapevolezza del valore e del ruolo che le donne hanno nel promuovere cambiamenti sociali e sviluppo economico per le comunità, soprattutto nei contesti più fragili del nostro Paese e del mondo.

Italia ripensaci


Al via una nuova fase della campagna, promossa da Rete disarmo, a sostegno del Trattato che mette al bando le armi nucleari, adottato dall’Onu il 7 luglio scorso. Il nostro Paese non lo ha appoggiato, ma ora cittadini, organizzazioni e Comuni potranno dire al nuovo Governo e al nuovo Parlamento di ratificarlo e costruire, fattivamente, un futuro di pace.

Più donna


Al via il progetto della Croce Rossa di Roma dedicato alla salute al femminile. Il servizio di Anna Monterubbianesi.

 

Il tema della violenza contro le donne è oggi molto attuale e discusso. A pochi giorni dall’8 marzo la Croce Rossa di Roma lancia il progetto ”Più Donna”, dedicato alla salute e alla solidarietà “al femminile”. Dal 10 marzo prenderanno il via corsi di formazione su temi quali la violenza di genere, la sessualità e le patologie femminili, la salute, l’educazione alimentare e gli stili di vita sani, con l’obiettivo di sostenere le attività di aiuto alle donne, le campagne di contrasto ad ogni forma di violenza e di contribuire al raggiungimento del benessere psico-fisico, accrescendo la consapevolezza del valore e del ruolo che ogni donna ha nella nostra società. Tra le azioni concrete messe in campo, l’apertura della Casa Famiglia per vittime di violenza e loro familiari.

Giovani in azione glocale


È il nome del progetto per stimolare e amplificare la cittadinanza attiva e la partecipazione dal basso nei ragazzi e in particolare negli studenti delle scuole superiori. Ai nostri microfoni Tina Napoli del Movimento consumatori che, insieme a Next, promuove questa iniziativa. (sonoro)

Fine mese mai


Salute e alimentazione sono i due terreni fertili delle diseguaglianze in Italia. È la fotografia di Federconsumatori in uno studio sugli anni 2013-2018. Una ferita, sottolinea l’associazione, che si riflette nella vita quotidiana e nella gestione del portafoglio familiare.

Il Paese ritrovato


È il nome del villaggio inaugurato a Monza dalla cooperativa Meridiana che rivoluziona il modo di intendere la cura e l’assistenza e offre alle persone malate di Alzheimer e con demenza la possibilità di vivere in libertà, usufruendo, al tempo stesso, della necessaria assistenza e protezione. Una vera e propria cittadina con vie, piazze, giardinetti, negozi, teatro, chiesa, orti e appartamenti.

Fermi tutti


Forte il disaccordo di Anpas, Croce Rossa Italiana e Misericordie al riordino dei programmi di formazione per soccorritori che prevedono un numero di ore sproporzionato e insostenibile per i volontari e che avrebbero forti ripercussioni sulla tutela al diritto alla salute dei cittadini. La richiesta è che si trovi presto una soluzione condivisa.

Un’Italia spaccata in due


È quanto emerge dal primo rapporto sulla povertà educativa minorile. Il servizio di Anna Monterubbianesi.

 

Nel suo rapporto sulla povertà educativa minorile in Italia, Con i Bambini esplora la situazione di asili nido, biblioteche, scuole con palestra e raggiungibilità delle scuole. Ne emerge una spaccatura Nord-Sud, che vede la più alta concentrazione di minori al Sud, dove si registra, contemporaneamente, maggiore carenza di servizi. Il tema della raggiungibilità delle scuole, che per i 6,7 milioni di alunni degli istituti statali italiani, dalla primaria alle superiori, dovrebbe essere un aspetto primario, è garantito per gli studenti di Basilicata, Marche e Abruzzo, ma non così scontato per chi vive nel Lazio, Campania e Calabria. Il Rapporto, che per la prima volta aggrega i quattro aspetti e utilizza una banca dati comunale, fotografa anomalie positive e negative: Ragusa è sopra la media europea per gli asili mentre Venezia e Milano si distinguono per la carenza di palestre all’interno delle scuole.

Un’occasione persa


Così Antigone commenta la mancata riforma dell’ordinamento penitenziario promessa dal governo. Secondo l’associazione la legge risale al lontano 1975 e il Consiglio dei Ministri poteva adeguarla alle esigenze del mondo attuale.

Fqts 2020


In corso a Salerno un nuovo appuntamento del progetto di formazione promosso da Forum Terzo Settore e Csvnet. Oggi pomeriggio l’economista e filosofo francese, Serge Latouche, incontrerà il mondo del non profit italiano partecipando al dibattito “Quale sostenibilità per il benessere dei prossimi decenni?”.