GRS WEEK 23/24 luglio 2016 – Sos Turchia

 

Una settimana dopo il tentato golpe in Turchia, la situazione è ancora molto lontana dall’essere pacificata. La stretta del presidente Erdogan ha portato ad un numero molto elevato  di arresti e di rimozioni dall’incarico, mentre l’approvazione dello stato di emergenza dà al presidente e al governo poteri smisurati. Il fallito colpo di stato militare ne ha di fatto innescato uno civile, e la sospensione della convenzione europea sui diritti umani è il segnale allarmante di un punto di non ritorno.
Riccardo Noury, portavoce di Amnesty Italia

 

[sonoro]

 

Sul piano dei diritti, la Turchia si gioca parte della sua credibilità internazionale, e quello che sta succedendo in questi giorni avrà inevitabilmente delle ripercussioni. Come ci spiega il giornalista Roberto Zichittella

 

[sonoro]

 

L’attacco alla libertà di espressione desta preoccupazione in molte parti del mondo. Qualche giorno fa un sit-in sotto l’ambasciata della Turchia a Roma ha voluto dare un segnale di solidarietà e richiamare l’attenzione dei media italiani.
Ai nostri microfoni Elisa Marincola, portavoce di Articolo 21

 

[sonoro]

 

 

Scarica l’audio di questa edizione

Ultime notizie del GRS

“Un’occasione persa”


È il commento dell’associazione nazionale Famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale dopo l’approvazione dei nuovi Lea,…

Un aiuto concreto


Le Fondazioni escono in mare in soccorso dei migranti. Cominciano Cariplo, Compagnia di San Paolo, Cariparma e Fondazione…

Sos Nigeria


 Secondo l’Unicef ci sono 250mila bambini malnutriti nello Stato africano: se non verranno approntate le cure necessarie, 1…

Storie di sport ribelle


Nel nuovo volume del giornalista Pasquale Coccia, edito da manifesto libri, l’attività sportiva di ieri e di oggi…

Lo sportello del turista


Apre in Sicilia grazie a Confconsumatori, ma sarà operativo su tutto il territorio nazionale. Uno strumento per avere…

Altre notizie