Archivi categoria: Diritti

Straniero a chi?

notizie

 

Il movimento Italiani Senza Cittadinanza e la Campagna L’Italia sono anch’io promuovono per oggi alcuni sit-in e flash mob in giro per l’Italia (a Roma l’appuntamento è al Pantheon alle 17) per accelerare la legge sullo ius soli in discussione al Senato. L’appello di Sara, tra gli 800mila ragazzi che attendono questa legge.

 

(sonoro)

Sotto lo stesso cielo

notizie

Centinaia in tutta Italia le iniziative per celebrare la giornata mondiale del rifugiato. Un momento di sensibilizzazione per una condizione cui sono costretti a vivere oltre 65 milioni di persone nel mondo. Ai nostri microfoni Filippo Miraglia, vicepresidente dell’Arci. (sonoro)

Casa Anch’io

notizie

È il nome della comunità alloggio di Palermo affidata alla cooperativa sociale Badia Grande. Nella struttura sono accolti migranti vulnerabili inseriti nel progetto Sprar insieme a persone con disagio fisico e psichico.

Cittadinanza cercasi

notizie

Dopo oltre un anno e mezzo la riforma dello Ius soli temperato arriva al Senato. Un milione di cittadini aspettano buone notizie. Il servizio di Anna Ventrella.

 

Sono più di un milione i figli di stranieri nati in Italia. A scuola, gli alunni stranieri sono oltre 814mila, per la metà ragazze. Un’indagine Istat dice che il 38% si sente italiano, il 33% straniero e poco più del 29% non risponde.
Una condizione di sospensione tra la cultura di origine e quella del Paese di accoglienza…. Sulle seconde generazioni si gioca il futuro del nostro Paese, anche per questo è grave che la riforma della cittadinanza sia finita nel dimenticatoio parlamentare. Oggi chi nasce in Italia da genitori stranieri, resta straniero fino alla maggiore età. Da anni si parla di una riforma della legge del 1992. Il 13 ottobre 2015 la Camera ha approvato lo ius soli temperato, che consente ai figli di immigrati nati o cresciuti qui di diventare italiani. Però il testo è rimasto nei cassetti della commissione Affari costituzionali del Senato che, dopo un anno e mezzo, ne riprende ora la discussione, con la speranza di dare finalmente risposte concrete alle attese di questi cittadini che si considerano “invisibili”.

Oltre le sbarre

notizie

Parte ad ottobre la prima esperienza nazionale di volontariato civile negli uffici dell’esecuzione penale esterna. Il servizio di Clara Capponi.

 

Saranno 48 i volontari del servizio civile che dal prossimo autunno, per 12 mesi e un totale di 1.400 ore, andranno ad affiancare gli operatori negli Uepe, gli uffici dell’esecuzione penale esterna del dipartimento per la Giustizia minorile e di comunità che si occupano del trattamento socio-educativo delle persone che scontano la pena fuori dal carcere, un esercito di 45.456 unità che, per dimensione, è arrivato a sfiorare il numero dei detenuti presenti nelle carceri .
Il sistema si apre così alle collaborazioni esterne, in primis del volontariato che porterà negli uffici giovani specializzati e motivati che si avviano al mondo del lavoro: un bacino di energie fresche che aiuterà a centrare la sfida di aumentare il numero di misure alternative e di sanzioni di comunità perché arrivino ad essere la prima risposta, lasciando al carcere un ruolo di secondo piano destinato ai casi più critici. Per partecipare serve la laurea in Servizio sociale e un’età massima di 28 anni. I giovani possono candidarsi entro il 26 giugno.

Pagina 5 di 133« Prima...34567...102030...Ultima »