Archivi categoria: Diritti

La buona accoglienza

notizie

L’integrazione dei migranti forzati in Italia e in Europa nella ricerca presentata al centro Astalli. Il servizio di Anna Ventrella. (sonoro)

Presentata a Roma la ricerca del progetto I get you, realizzata in 9 paesi europei. Sono 315 le iniziative mappate, di cui 62 in Italia. “Il community building è un antidoto alla xenofobia e l’accoglienza funziona meglio nei piccoli centri”. E’ quanto emerge nella ricerca riferita all’ Italia. Nel nostro paese le iniziative, sono distribuite su tutto il territorio nazionale, di cui 25 al nord, 28 al centro e 9 al sud. La maggior parte di esse hanno portata locale, 7 fanno invece parte di un’iniziativa più ampia a carattere nazionale e 2 operano in una dimensione regionale. 41 iniziative su 62 svolgono le attività con meno di 25.000 euro l’anno. I partecipanti ai progetti sono per lo più adulti in età lavorativa, sia migranti che locali. I migranti forzati arrivano soprattutto da Siria, Afghanistan, Iraq, Pakistan, Nigeria, Somalia, Sudan, Gambia e Mali. Il 55 per cento di loro vive in Europa da più di un anno. La ricerche conclude affermando che “Servono narrazioni positive per creare apertura e dialogo” contro i pregiudizi e la xenofobia.

Roma città chiusa

notizie

La denuncia nel report della Rete legale per i migranti in transito nella Capitale con richiesta di asilo. La Questura accoglie 20 domande al giorno, e limita il diritto alla procedura chiedendo il passaporto. Ai nostri microfoni Giovanna Cavallo di Babobab Experience. (sonoro)

Tutti per uno

notizie

Un’esperienza pilota davvero unica nel sociale quella realizzata ad Albano Laziale, alle porte di Roma, grazie all’unione di famiglie, associazioni, comune e Asl. Sono tre i ragazzi provenienti da comunità per patologie psichiatriche che oggi convivono nel gruppo-appartamento in maniera autonoma, seguiti da un tutor.

Ultimo saluto

notizie

Addio al prete dei terremotati e anticlan. Don Antonio Riboldi, è stata una figura centrale nella lotta alla camorra e non ha mai lasciato il suo posto accanto ai più deboli, tra cui i terremotati. Esempio indelebile nelle battaglie per il rispetto dei diritti umani.

Ventimiglia, un confine senza diritti

notizie

Migranti costretti a vivere in condizioni disumane e minori espulsi. Il servizio di Anna Ventrella.

 

Al confine tra Italia e Francia ci sono centinaia di migranti, per lo più fuggiti da paesi in guerra quali Sudan, Iraq, Afghanistan, Eritrea e tanti altri, che si ritrovano a vivere sotto un cavalcavia, lungo il fiume Roia, fuori dal sistema di accoglienza per i richiedenti asilo, in condizioni disumane. Migranti allo stremo: 1 su 3 è un minore non accompagnato. Oxfam -movimento globale di persone per l’ eliminazione dell’ingiustizia della povertà – e la Diaconia Valdese, denunciano che le persone sono costrette a vivere in un “limbo”, sono fantasmi, in condizioni disperate di isolamento e abbandono. Molti tentano di attraversare il confine con la Francia, a rischio della propria vita, lungo sentieri di montagna, la ferrovia o i cavalcavia dell’autostrada. “A Ventimiglia è in atto una vera e propria emergenza umanitaria – sottolinea Oxfam .. Sono circa 700 i migranti che si trovano qui nel pieno dell’inverno: 500 vivono nel centro di transito gestito dalla Croce Rossa, mentre oltre 200 dormono all’aperto nel campo improvvisato lungo il greto del fiume Roia. Ma bisogna fare di più, ridurre i tempi per le procedure di ricongiungimento famigliare e garantire canali di accesso sicuro verso l‘Europa.

Buone risorse

notizie

Il ministero delle Politiche Sociali ha trasmesso al Parlamento la prima Relazione sullo stato di attuazione della legge sul Dopo di noi, che va incontro alle esigenze delle persone con disabilità e dei loro familiari. L’obiettivo è utilizzare il 30% degli investimenti per sostenere ingresso e permanenza in alloggi previsti dalla norma.

Un percorso ad ostacoli

notizie

Continuano le polemiche nei confronti della norma sulle intercettazioni. Critiche piovono da diverse parti. Per la procura nazionale antimafia questo testo finisce per rendere difficile l’esercizio delle indagini; per questo va modificato in alcuni punti.

Diritti senza barriere

notizie

Tante le iniziative in vista della giornata internazionale della disabilità in programma il 3 dicembre. Il servizio di Giordano Sottosanti.

 

In vista della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, che si celebrerà il prossimo 3 dicembre, Anffas scende in campo con due eventi propedeutici. Il primo sarà il convegno nazionale dedicato alla legge 112/16, la cosiddetta dopo di noi. Titolo dell’incontro sarà “Dalle parole ai fatti… gli atti applicativi delle Regioni a confronto”. Il secondo evento sarà invece l’occasione per presentare il progetto “Capacity: la legge è eguale per tutti”, incentrato su modelli e strumenti innovativi di sostegno per la presa di decisioni e per la piena inclusione sociale delle persone con disabilità intellettive. Entrambi gli appuntamenti avranno luogo a Roma e si terranno domani e dopodomani, ovvero venerdì 1 e sabato 2 dicembre presso l’Hotel Eurostars Roma Aeterna in via Casilina 125. Proprio alla vigilia della giornata internazionale istituita nel 1981 e che quest’anno è dedicata alla trasformazione verso una società sostenibile e resiliente per tutti.

Pagina 5 di 143« Prima...34567...102030...Ultima »