Archivi categoria: Internazionale

Welcome

notizie

Dopo nove giorni di navigazione la nave Aquarius è arrivata ieri a Valencia. Il servizio di Giovanna Carnevale.

 

“Benvenuti a casa vostra”: con questo striscione e un lungo applauso sono stati accolti a Valencia i 629 migranti arrivati, dopo nove giorni di viaggio in Mediterraneo, a bordo della nave Aquarius e di altre due della Marina e Guardia costiera italiane. “Siamo sollevati ma non c’è nulla da festeggiare”, dice Medici senza frontiere che ha assistito i migranti durante il tragitto in mare e che ribadisce la continuità delle attività di salvataggio fino a quando ce ne sarà bisogno. “Ci auguriamo”, ha detto la presidente di Msf, “che in Europa finisca il tempo delle ipocrisie e dell’inumanità”, chiedendo ai governi dell’Ue di mettere al primo posto la vita delle persone. Intanto il governo spagnolo ha fatto sapere che a tutti i 629 migranti sarà concesso un permesso temporaneo, per poi passare alla valutazione delle richieste d’’asilo caso per caso.

In alto mare

notizie

Continua l’odissea di Aquarius verso la Spagna e di altre due navi della Marina militare e della Guardia costiera italiana sulle quali sono state trasferite oltre 500 persone. Il viaggio durerà ancora tre giorni, con le previsioni di un peggioramento meteo. A bordo dell’imbarcazione della ong, Medici senza frontiere continua a prestare assistenza medica e psicologica ai sopravvissuti.

(Foto: TPI)

Emergenza dimenticata

notizie

Il governo dello Yemen ha chiesto alle ong della città portuale di Hodeida, dove transita il 70% degli aiuti umanitari per il Paese, di evacuare tutto lo staff in vista di un attacco nella zona controllata dai ribelli. Il pericolo è una catastrofe umanitaria, dice Oxfam, che si rivolge alla comunità internazionale per agire immediatamente e fermare la guerra in corso da tre anni.

Alla deriva

notizie

Il cibo sarà sufficiente per tre giorni. Ci sono 629 migranti sulla nave Aquarius respinta da Malta e dall’Italia. Il nostro governo ha scelto la linea dura: nessuna accoglienza. Il servizio di Giovanna Carnevale.

 

Porti italiani chiusi per i 629 migranti a bordo della nave Acquarius, che naviga nel Mediterraneo dopo l’alt di Matteo Salvini. Malta, a cui il neo ministro dell’Interno ha chiesto di far approdare l’imbarcazione della ong Sos Mediterranee, ha rispedito al mittente la richiesta. Per l’Unhcr, “il salvataggio di vite in mare deve restare una priorità assoluta di ogni governo”. la vicenda è stata aspramente criticata anche dal fondatore di Emergency Gino Strada, per cui non si stanno prendendo in considerazione le vite umane. L’imbarcazione della ong, con personale di Medici senza frontiere, ha partecipato a sei operazioni di salvataggio nella notte tra sabato e domenica. Tutte le persone salvate in mare sono state caricate sull’Aquarius: a bordo anche 123 minorenni non accompagnati, 11 bambini e sette donne incinte.

Road to change

notizie

Hanno affittato un autobus e gireranno per le città degli Stati Uniti chiedendo di riformare la legge sulle armi. Gli studenti della scuola di Parkland in Florida, dove lo scorso 14 febbraio un alunno ha ucciso 17 tra compagni e docenti, hanno lanciato l’iniziativa e viaggeranno nei luoghi dove la Nra, lobby delle armi, sostiene i rappresentanti al Congresso e le campagne elettorali dei nuovi candidati.

Ingiustizia è fatta

notizie

Confermata in appello la condanna di Najib Rajab, il più importante difensore dei diritti umani del Bahrein: cinque anni per due post su Twitter. Ora l’ultima speranza è il ricorso in Corte di Cassazione. Amnesty International chiede una mobilitazione internazionale.

Piazza rovente

notizie

In Nicaragua continua la violenta repressione governativa contro le manifestazioni pacifiche che da aprile chiedono un migliore sistema di welfare e di lotta alla povertà. L’Aoi, associazione ong italiane, ricorda le centinaia di persone morte, ferite o scomparse a seguito degli scontri, e chiede la fine delle violenze e un impegno internazionale per lo sviluppo sociale e democratico nel Paese.

(Foto: Ansa)

Palestina senza pace

notizie

Appello su change.org per dire no alla demolizione della Scuola di Gomme di Khan al Ahmar su ordine della Corte israeliana. Ancora una volta, secondo i promotori dell’iniziativa, vengono calpestati i diritti alla vita, alla libertà, all’istruzione, di piccoli innocenti.

(Foto: ventoditerra.org)

Pagina 1 di 15312345...102030...Ultima »