Archivi categoria: Internazionale

Il clima che verrà

notizie

La Cop23 di Bonn si è appena conclusa e già si pensa alla prossima conferenza in Polonia tra un anno. Con la speranza che si facciano dei passi avanti concreti invece di promesse puntualmente disattese. Come sottolinea, ai nostri microfoni, Lucie Greyl dell’associazione A Sud.

(sonoro)

Il buio di Ankara

notizie

Nella capitale della Turchia saranno vietati, per un tempo indefinito, film, teatri e mostre sulle tematiche Lgbt, nonostante l’omosessualità non sia considerata reato nel Paese. Per le autorità la decisione risponderebbe a esigenze di “ordine pubblico” e di “protezione della sensibilità dei cittadini”.

Dalla parte dei bambini

notizie

Oggi è la giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Un rapporto fa luce sul tasso di mortalità infantile. Il servizio di Giovanna Carnevale.

 

Il 20 novembre 1989, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, ad oggi ratificata da 190 Paesi. Nonostante il grande consenso, i diritti dei minori non sono possono dirsi oggi tutelati in modo adeguato. Un rapporto realizzato da Unicef, Organizzazione mondiale della sanità e Banca mondiale fa luce sui numeri della mortalità infantile: ogni giorno nel mondo muoiono 15.000 bambini sotto i 5 anni. E dal 200 ad oggi, la percentuale dei decessi che avvengono nei primi 28 giorni di vita, è salita dal 41 al 46%. Per tre quarti la mortalità neonatale globale, dovuta principalmente a polmonite e diarrea, si verifica in due sole regioni: Asia meridionale e Africa subsahariana (38%). Un’elevata percentuale si registra poi in India, Pakistan , Nigeria, Repubblica Democratica del Congo ed Etiopia.

Un oltraggio alla coscienza dell’umanità

notizie

Così l’Alto commissario Onu per i diritti umani ha definito la condizione dei migranti detenuti nei campi in Libia, dove uomini, donne e bambini denutriti e traumatizzati, ammassati gli uni sugli altri sono rinchiusi in capannoni senza poter di accedere ai servizi più basilari. L’accordo stipulato dal governo italiano con Tripoli, ha aggiunto Zeid Raad Al Hussein, è disumano.

 

“Non possiamo”, ha dichiarato, “rimanere in silenzio di fronte a episodi di schiavitù moderna, uccisioni, stupri e altre forme di violenza sessuale pur di gestire il fenomeno migratorio e pur di evitare che persone disperate e traumatizzate raggiungano le coste dell’Europa”.

Patto criminale

notizie

Secondo l’ultimo rapporto di Amnesty International, gli accordi tra governo siriano e gruppi di opposizione hanno costretto migliaia di civili a sopravvivere in condizioni durissime e ad abbandonare le zone sotto assedio. Tra luglio e dicembre 2016, 10 attacchi sono stati condotti contro aree residenziali di Aleppo.

 

 La ricerca di Amnesty si basa su 134 interviste condotte tra aprile e settembre 2017 raccogliendo le testimonianze dirette degli sfollati che hanno subito assedi e attacchi, degli operatori umanitari, di esperti, giornalisti e funzionari delle Nazioni Unite. Visionate anche decine di video e analizzate immagini satellitari per corroborare le testimonianze dirette. “Mentre l’obiettivo dichiarato del governo siriano era quello di sconfiggere i combattenti armati, il suo cinico uso della strategia ‘o resa o fame’ ha dato luogo a una devastante combinazione di assedi e bombardamenti che in quanto parte di un attacco sistematico e diffuso contro i civili costituiscono crimini contro l’umanità“, ha dichiarato in una nota ufficiale Philip Luther, direttore delle ricerche e dell’advocacy sul Medio Oriente e l’Africa del Nord di Amnesty International. “Tutti gli stati dovrebbero cooperare per porre fine alla sporca macchia sulla coscienza del mondo rappresentata dall’impunità in corso per questi crimini. Non c’è modo più semplice per farlo che fornire sostegno e risorse al Meccanismo internazionale, imparziale e indipendente istituito dalle Nazioni Unite per contribuire a indagare e a processare i responsabili. Se il governo siriano e gruppi armati di opposizione come il Movimento islamico Ahrar al-Sham e Hay’at Tahrir al-Sham vogliono davvero la riconciliazione, allora devono porre immediatamente fine a queste pratiche illegali, togliere gli assedi e cessare di attaccare le migliaia di civili ancora sotto assedio in tutta la Siria”.

Il fondo della vergogna

notizie

Finanziamenti usati per le motovedette libiche invece che per la cooperazione. Il servizio di Giovanna Carnevale.

 

2,5 milioni provenienti dal Fondo Africa sono stati utilizzati per la rimessa in efficienza di 4 motovedette da consegnare alla guardia costiera libica. Come è potuto accadere? grazie a un decreto del Ministero degli Esteri: atto prontamente impugnato davanti al Tar dall’Associazione studi giuridici dell’immigrazione che parla di “sviamento di potere”, perché le risorse del Fondo, che ammontano a 200 milioni, dovevano essere impiegate, in base a quanto previsto dal Parlamento, per interventi volti a rilanciare il dialogo e la cooperazione con i Paesi africani. Sulla effettiva destinazione del Fondo Africa era già intervenuta Focsiv nei giorni scorsi, denunciando che ben il 61% degli stanziamenti disponibili era andato al controllo delle frontiere e alla governance delle migrazioni e solo il 5% alla cooperazione allo sviluppo.

Berlino arcobaleno

notizie

La Germania riconoscerà presto il terzo genere. L’Alta corte federale ha infatti ordinato al Parlamento di adottare entro la fine del 2018 una legge che istituisca sul certificato di nascita una nuova opzione, in modo da permettere un’identificazione anche agli intersessuali, i cui caratteri sessuali non si definiscono esclusivamente come maschili o femminili.

 

La Corte Costituzionale Federale ha riconosciuto che l’identità di genere è «fondamentale» per come le persone percepiscono loro stesse e sono percepite dagli altri e ha detto che la legge tedesca non protegge solo quella di chi si identifica come femmina o maschio, ma anche di chi non si riconosce né come femmina né come maschio: la Costituzione protegge queste persone dalle discriminazioni contro di loro basate sul genere.

Pagina 1 di 13912345...102030...Ultima »