Archivi categoria: Internazionale

Avanza la crisi climatica: Oxfam chiede maggiore impegno


Pagare il conto. Secondo Il nuovo rapporto di Oxfam sull’ambiente negli ultimi anni 11 Paesi del mondo sono stati colpiti da almeno 10 eventi climatici estremi, mentre l’1% più ricco del pianeta inquina il doppio della metà più povera dell’umanità. L’organizzazione chiede un impegno maggiore sui danni causati dalla crisi climatica.

Razzismo, i dati del Rapporto annuale della Commissione europea


Questioni aperte. Nel corso del 2021 la pandemia ha emarginato ancora di più i gruppi vulnerabili mentre in alcuni Paesi si sono verificati episodi di razzismo nelle attività di polizia: sono alcuni dei dati emersi dal Rapporto annuale della Commissione europea contro Razzismo e intolleranza.

Esodo Ucraina: i dati sui cittadini che hanno lasciato il Paese da inizio guerra


 

 

 

Fuga dalla guerra. I numeri di Eurostat e Unhcr sui cittadini ucraini che hanno lasciato il Paese dall’inizio del conflitto. Il servizio è di Fabio Piccolino.

La Polonia è il Paese europeo che ha concesso più protezioni temporanee agli ucraini fuggiti dall’inizio della guerra: secondo Eurostat sarebbero infatti 675 mila. Al secondo posto la Repubblica Ceca, che ne ha concesse 244 mila. I dati dell’ufficio europeo di statistica raccontano di come siano in maggioranza donne e di come i maschi siano principalmente minori di 18 anni.

In tutto, secondo i dati di Unhcr, i rifugiati che hanno lasciato l’Ucraina sono quasi sette milioni, mentre altre 8 milioni di persone sono sfollate all’interno del Paese.

Le organizzazioni della società civile alzano la voce: dieci punti di pace indirizzati a Governo e Parlamento


 

 

10 punti di pace. Le organizzazioni della società civile sollecitano decisioni politiche coerenti di fronte alle tensioni internazionali. Il servizio di Pierluigi Lantieri.

Si parte dalla ridefinizione di un nuovo ordine mondiale condiviso e si arriva alla necessità di leader politici visionari. Nel mezzo tante altre proposte e riflessioni su ruolo dell’Italia, disarmo controllato, cooperazione e sviluppo sostenibile.

Fanno sentire la propria voce le Reti AOI, CINI, LINK 2007, promotrici di un documento indirizzato a Governo e Parlamento. Ad essi, infatti, il compito di dare seguito alle aspettative di chi ha la pace come missione fondativa.
“Noi Organizzazioni della società civile impegnate nella cooperazione e solidarietà internazionale – concludono – rimaniamo aperte alla collaborazione con le Istituzioni italiane ed europee a questo fine”.

di Pierluigi Lantieri

Oxfam avverte sulla guerra in Yemen: rischio livelli catastrofici di fame


Pace necessaria. In Yemen si rischia di raggiungere livelli catastrofici di fame se non verrà prorogata la fragile tregua raggiunta negli ultimi due mesi dalle parti in conflitto: lo dice Oxfam che spiega come l’insufficienza alimentare, che oggi coinvolge oltre 17 milioni di persone, potrebbe aggravarsi ancora.

Profughi ucraini, Fondazione Soleterre: 7 su 10 soffrono di ansia


Il trauma del conflitto. Secondo una rilevazione di Fondazione Soleterre, sette profughi ucraini su dieci soffrono di ansia e otto su dieci non riescono più a immaginare un futuro. “La guerra – spiega l’organizzazione – non solo distrugge l’economia e lo sviluppo sociale, ma anche i legami familiari, con effetti catastrofici sul benessere mentale della popolazione civile”.

Oms approva piano strategico per epilessia: “Punto di partenza globale”


 

 

 

Combattere lo stigma: l’OMS ha approvato un piano strategico per l’epilessia e altri disturbi neurologici. Il servizio è di Fabio Piccolino

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha approvato nei giorni scorsi il primo Piano d’Azione Globale per l’epilessia ed altri disturbi neurologici, ponendo all’attenzione degli Stati membri la prevenzione, la diagnosi precoce, l’assistenza e il corretto trattamento delle diverse forme di questa patologia, ma anche la soddisfazione dei bisogni di chi ne soffre e delle loro famiglie.

Tra gli obiettivi del piano, l’assistenza sanitaria universale, la copertura dei servizi e nuove legislazioni. Soddisfazione della Lega Italiana Contro l’Epilessia, secondo cui questa risoluzione fornisce un solido e condiviso punto di partenza globale per dare un reale impulso ai servizi e al finanziamento delle cure.