Archivi categoria: Internazionale

2000 città del mondo illuminano i loro monumenti per ribadire il “no” alla pena di morte: a Roma si accende il Colosseo


Luci contro il boia

Oggi duemila città del mondo illumineranno i loro più importanti monumenti per ribadire il “no” alla pena di morte. L’iniziativa ricorda l’anniversario della prima abolizione della condanna capitale nella storia, quella nel Granducato di Toscana nel 1786. L’evento di Roma, con l’accensione del Colosseo è curata dalla Comunità di Sant’Egidio.

“Per la pace, con la cura”: Papa Francesco incontra 6000 studenti, insegnanti e dirigenti scolatici


Per la pace, con la cura

“L’educazione deve tornare a incidere in profondità nella società e generare una nuova cultura politica della pace”: così Flavio Lotti, coordinatore della Marcia Perugia Assisi, nell’incontro che si è tenuto ieri in Vaticano con Papa Francesco e 6000 studenti, insegnanti e dirigenti scolatici. Ascoltiamo.

Ucraina, infrastrutture civili colpite da attacchi aerei: milioni di persone senza elettricità, acqua e riscaldamento


Sotto assedio

Gli attacchi aerei di questi giorni in Ucraina stanno colpendo le infrastrutture civili. Il servizio di Elena Fiorani.

Metà delle infrastrutture energetiche ucraine sono state colpite dai ripetuti attacchi aerei russi. Milioni di persone sono senza elettricità, acqua e riscaldamento mentre le temperature in molte zone stanno scendendo sotto lo zero.

Nelle scorse ore Oxfam e altre 22 organizzazioni internazionali hanno denunciato una situazione che costituisce una violazione del diritto umanitario internazionale, chiedendo l’immediata cessazione degli attacchi contro la popolazione e la creazione di canali di accesso sicuri per fornire aiuti umanitari.

 

La richiesta dell’Onu all’Iran: moratoria immediata sulla pena di morte


Situazione critica

L’Onu ha chiesto alle autorità una moratoria immediata sulla pena di morte in Iran per reati non qualificabili come più gravi ai sensi del diritto internazionale. Dall’inizio delle proteste nel Paese, le persone uccise sono state oltre 300, tra cui più di 40 bambini.

Attacco in gay club del Colorado (Usa), Arcigay: “Ostilità politiche, sociali e religiose sulla nostra comunità”


Colorado di sangue

Secondo Arcigay la sparatoria in un gay club negli Stati Uniti, costata la vita a cinque persone, rappresenta un duro attacco per tutta la comunità. Il servizio di Pierluigi Lantieri.
Cinque persone uccise e altre diciotto ferite dall’attacco di sabato notte a Colorado Springs, negli Stati Uniti, dove un uomo ha aperto il fuoco all’interno di un gay club. “Un atto folle che ha seminato lutto e terrore” è il commento del segretario generale di Arcigay Gabriele Piazzoni, che aggiunge: “questo tragico fatto si inserisce inevitabilmente nel solco degli altri attacchi subiti negli ultimi anni. Sulla nostra comunità si concentrano ostilità diverse, di natura politica, sociale, religiosa, che si alleano e prendono corpo in atti d’odio ricorrenti e di una violenza inaudita”.