Archivi categoria: Cultura

#Traccesolidali


Il centro Astalli lancia la campagna social per la prossima Giornata Mondiale del rifugiato. Il servizio è di Clara Capponi.

Occhi neri e profondi seguono con attenzione il movimento veloce della macchina da cucire. Sono gli occhi di Zainab, Lin e Fatou. Arrivano dalla Nigeria, dalla Somalia, dalla Cina, dall’Eritrea protagoniste della campagna social promossa dal Centro Astalli in occasione della Giornata mondiale del rifugiato. Sono sopravvissute a viaggi impossibili e con ago, filo e stoffe hanno creato mascherine durante la permanenza a Casa di Giorgia, il centro per donne rifugiate che le accoglie dal periodo di isolamento a causa della pandemia da Covid-19. Il centro Astalli invita entro il 20 giugno a postare sui social una foto legata un piccolo gesto di solidarietà. Le 3 più belle riceveranno in premio le mascherine realizzate dalle protagoniste della campagna.

Buone notizie in podcast


Disponibile da ieri su spotify e app store “Upside News”, un nuovo format di podcast dedicato solo a buone notizie. Ad idearlo tre giovani napoletani, Alberta Testa, Fulvio Scognamiglio e Alfonso Cristofano. I temi spaziano dai diritti come lo stop alle mutilazioni femminili in Sudan alla cultura. È possibile seguirli anche sui social.

In viaggio verso un sogno


“Una storia di autodeterminazione contro gli stereotipi, emozionante e ironica al tempo stesso, che accompagna il grande pubblico a conoscere la sindrome di Down, toccando temi fondamentali come le basse aspettative e l’autodeterminazione e sfidando tanti stereotipi sulla disabilità». Questo è “The Peanut Butter Falcon”, film rivelazione negli Stati Uniti, che ha tra i protagonisti Zack Gottsagen, emergente attore con sindrome di Down, e che da oggi sarà visibile in Italia su alcune piattaforme digitali, grazie a Officine UBU, con la collaborazione dell’Associazione AIPD e del CoorDown.

Zack è un ragazzo di 22 anni, la sua famiglia lo ha abbandonato e ora vive in una casa di riposo in Georgia. Zack sogna di diventare un wrestler professionista e ha un mito: il lottatore Salt Water Redneck, vorrebbe con tutto il cuore iscriversi alla sua scuola. Ma non può farlo perché è un ragazzo con la sindrome di Down, in cura presso una casa di riposo per anziani.

Ma il sogno di allenarsi con il suo eroe e diventare un wrestler professionista è troppo forte. Così Zack decide di prendere la via di fuga da quel luogo che lo teneva intrappolato in una realtà che sente stretta. Il recluso decide di scappare e in un’imprevista svolta del destino, la sua strada s’incrocia con quella di Tyler (Shia LaBeouf), un personaggio burbero anch’egli in fuga, ma dalla legge. Tra i due nascerà un’amicizia così forte da riuscire persino a convincere Eleanor (Dakota Johnson), amorevole ma determinata tutrice di Zack, a unirsi al loro viaggio verso la Florida, sede dell’agognata scuola di wrestling.

Nel suo percorso Zack vede realizzarsi, giorno dopo giorno, il sogno in cui ha creduto con ostinazione e dimostra, in un crescendo di prove e di emozioni, di non essere nato per essere accudito, ma per superare ogni stereotipo e pregiudizio. Proprio come accade nell’Italia contemporanea, dove cercano di affermarsi sempre più i principi di emancipazione, autonomia, inclusione sociale. Le scene del film riflettere le immagini del nostro Paese. D’un tratto le strade del continente americano fuoriescono dalla pellicola cinematografica e traslano nella quotidianità degli italiani più fragili.

Una lotta che lo stesso attore Zack Gottsagen incarna perfettamente, dal momento che proprio grazie a questo film è riuscito a coronare il suo sogno di sempre: diventare una star del cinema. Un obiettivo che ha raggiunto a pieni voti. 35 anni, ha fatto il suo debutto cinematografico come protagonista di un film didattico. Da giovane ha frequentato la Bak Middle School of the Arts e si è laureato alla Dreyfoos School of the Arts nel 2004 in teatro. Quest’anno è stato anche il primo presentatore con sindrome di Down nell’ambito della cerimonia degli Oscar 2020, dove è stato chiamato a premiare una delle categorie.

Alla prestigiosa presenza presso l’Academy, adesso si aggiunge il successo per il suo primo film. La commedia “In viaggio verso un sogno – The Peanut Butter Falcon” è diretta da Michael Schwartz e Tyler Nilson. Quest’ultimo dopo aver incontrato Gottsagen in un campeggio per attori con disabilità, ha intravisto la possibilità di mettere in luce il carisma, la determinazione e la grande fiducia in se stesso come attore, mettendolo al centro di una storia scritta espressamente per lui. “Sul set ho potuto vedere dal vivo le incredibili abilità di Zack – ha raccontato Nilson – è davvero un bravissimo attore. Circa cinque anni fa, con il mio collega Mike Schwartz abbiamo deciso che era tempo di realizzare un film, cercando di delineare un ruolo che potesse essere adatto alle abilità di Zack”.

Un film scritto su misura quindi che cade sotto tanti generi: il classico on the road, la strana coppia formata da Zack e Tyler, ma anche l’incontro sentimentale con la relazione tra Tyler e Eleonor, la misteriosa giovane volontaria che si prende cura di Zack alla casa di riposo. Ne risulta una storia emozionante ed ironica al tempo stesso. Ma soprattutto accompagna il grande pubblico a conoscere la sindrome di Down toccando temi fondamentali come le basse aspettative e l’autodeterminazione. Ciascuno può sentirsi il protagonista delle avventure messe in scena nella società. Riuscirà Zack a coronare il suo sogno?

di Pierluigi Lantieri

Il gioco in casa


Dalle piazze alla carta per non perdere la voglia di giocare con i bambini e parlare loro di diritti e cittadinanza attiva. È lo spirito di Bambinfestival 2020 che torna ad animare Pavia in una nuova veste. Il servizio di Clara Capponi.

Dal 2010 BambInFestival anima la città di Pavia insieme alle associazioni proponendo eventi, spettacoli e laboratori gratuiti dedicati ai bambini e alle famiglie. Il Festival si è sempre realizzato nelle piazze, all’aperto o nei teatri. L’emergenza non ci ha fermati – spiegano gli organizzatori del festival tra cui il Csv Lombardia Sud- Abbiamo pensato che se i bambini non potevano andare in giro per la città per giocare e partecipare alle tantissime attività, allora sarebbero stati i giochi e i racconti, proposti da oltre 50 associazioni gruppi ed enti, a raggiungere i bambini nelle loro case». Nasce così BambInLIBRO che raccoglie 40 iniziative da fare a casa: 10 storie inedite da leggere o da farsi raccontare e circa 30 attività, giochi e laboratori da fare da soli o in compagnia. Il volume è gratuito e sarà distribuito in 7mila copie in vari punti della città.

Il cinema che cambia


Da oltre dieci anni l’associazione ZaLab produce e distribuisce in sala pellicole indipendenti e sociali. Adesso è presente anche online con una piattaforma streaming che punta a diventare community, promuovendo la visione di film e documentari ma anche dando vita a momenti di dibattito e dirette con gli autori. Ci si può iscrivere gratuitamente o scegliere di diventare sostenitori. Info su www.zalab.org.

Sondaggio animato


La crisi che riguarda il settore della cultura ha mostrato solo la punta dell’iceberg e per molti dei freelance che lavorano nel mondo della comunicazione visiva il futuro è pieno di interrogativi. Da qui l’iniziativa di Autori di Immagini — associazione che riunisce professionisti e artisti dell’illustrazione, del fumetto e dell’animazione — che ha lanciato un sondaggio per registrare l’impatto dell’emergenza Covid sul settore. I dati raccolti andranno a costituire un quadro della situazione per porre le basi di un dialogo aperto tra associazioni di settore e Governo.

Vacanze alternative


Con la bella stagione torna la voglia di viaggiare, magari con esperienze che consentano di coniugare divertimento e solidarietà. Per capire come si stanno organizzando le associazioni in rapporto all’epidemia appuntamento il 27 maggio alle 17.30 con l’incontro online organizzato dal Csv Milano e tante associazioni che operano in questo campo.

Costruire il dopo


Una giornata di formazione interdisciplinare per i giovani. A promuoverla la Fondazione Circolo Rosselli di Firenze e il Centro studi Confronti. Obiettivo: dar vita a un parallelo, specie con le nuove generazioni, sui modi e gli spazi della cultura nel nostro Paese, elemento-chiave per ridare slancio alla società e anche all’economia, in questi mesi di crisi. Appuntamento oggi online, sul sito www.rosselli.org, dalle 14 alle 19.30.

Un grande piano


La richiesta di rilancio riguarda tutti gli ambiti delle attività culturali ed arriva dal Forum nazionale del terzo settore. Il servizio è di Clara Capponi.

“Il Terzo settore che opera in ambito culturale è stato uno dei primi a sentire gli effetti di questa crisi. Costretto a fermare tutte le sue attività e le possibilità di autofinanziamento, ha subito un duro colpo, con gravi ripercussioni sulla socialità delle nostre comunità. Lo afferma la portavoce del Forum Terzo settore, Claudia Fiaschi, commentando i contenuti del documento “La Cultura nelle città dopo l’emergenza” inviato da Anci al ministro Dario Franceschini. Il documento, che contiene una serie di proposte per la ripartenza del settore culturale, riprende anche numerosi aspetti sui quali in questi anni Forum Terzo settore e Anci hanno lavorato insieme. Tra le proposte avanzate anche l’istituzione di un Fondo speciale per i Comuni da destinare al sostegno di musei, biblioteche, luoghi di cultura ‘civica’ e dello spettacolo dal vivo (“CuraCultura”), di cui una parte da assegnare in via sperimentale alle organizzazioni (associazioni, imprese sociali, cooperative di comunità), o alle comunità. E un fondo speciale per il sostegno delle organizzazioni di Terzo settore