Archivi categoria: Diritti

Carte bollate


Il Consiglio Italiano per i Rifugiati e A Buon Diritto onlus hanno presentato due ricorsi presso il Tribunale di Roma. Dito puntato contro l’Ufficio Immigrazione della Questura perché, dicono le due associazioni, viola i diritti dei titolari di protezione internazionale, impedendo, di fatto, a molti di loro il rinnovo del permesso di soggiorno.

Per un’Europa più sociale


In vista delle prossime elezioni, la Comunità Papa Giovanni XXIII avanza delle proposte di solidarietà e buon senso. Il servizio di Katia Caravello. Giovanni Paolo Ramonda, Presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII, ha illustrato le proposte politiche ai candidati alle prossime elezioni europee. Gli ambiti interessati dal progetto della Giovanni XXIII sono molteplici. Si parte dal perseguimento della pace, per toccare poi i temi dell’accoglienza e dell’immigrazione, senza dimenticare la difesa della vita e la lotta al traffico di esseri umani. In campo economico,  invece, si propone l’adozione di politiche del lavoro atte   a sradicare la povertà e le disuguaglianze e la promozione di un nuovo modello di economia. Infine, in merito alle tematiche relative alle sostanze stupefacenti ed alla giustizia, si auspica  l’abbandono di ogni forma di legalizzazione delle droghe leggere e pesanti, l’abolizione dell’ergastolo ostativo e l’incoraggiamento delle misure alternative al carcere.

La solidarietà è reato?


Partono da questa domanda le giornate di studio, riflessioni, confronto e progettualità condivise del volontariato, da oggi a mercoledì all’Hotel Divino Amore di Roma. Ai nostri microfoni Domenico De Simone, presidente dell’associazione Luciano Tavazza che organizza l’iniziativa. (sonoro)

Italia indifferenziata


Siamo tra i maggiori esportatori di rifiuti plastici non riciclati. Secondo il nuovo rapporto di Greenpeace, in un anno il nostro Paese manda a smaltire oltre confine circa 197 mila tonnellate che corrispondono al 2,25% della quantità mondiale. Una quota che la posiziona all’11esimo posto della classifica globale.

Opg chiusi, ma non troppo


Ancora a singhiozzo il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari. Il servizio di Katia Caravello. (sonoro)

Il 22 marzo scorso, il Comitato Nazionale per la Bioetica ha adottato un parere in merito alle attuali condizioni dei detenuti che soffrono di infermità psichica, fornendo anche una valutazione sugli effetti della legge 81/2014, che ha disposto l’abolizione degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari e la loro sostituzione con le Residenze per l’Esecuzione della Misura di Sicurezza. Nel parere, tra l’altro, il CNB raccomanda di realizzare le riforme necessarie al fine di limitare il ricorso alla detenzione ai soggetti nei cui confronti viene applicata una misura di sicurezza detentiva definitiva e riconsiderare la legislazione speciale di “doppio binario” di imputabilità o non imputabilità per gli individui affetti da vizio di mente. Si evidenzia inoltre come sia ancora viva la convinzione che i malati mentali siano socialmente pericolosi.

Rete criminale


Al via il monitoraggio promosso da Amnesty International rispetto al cosiddetto “hate speech”, sia di politici candidati alle elezioni europee sia di utenti del web e dei social. “Abbiamo deciso – ha detto il presidente della ong Rufini – di creare e aggiornare gli strumenti per contrastare l’odio, che oggi costituisce un problema specifico”.

Tutele universali


Un minorenne su dieci, in Italia, ha genitori di origini immigrate: sono poco più di un milione di under 18, equamente ripartiti tra maschi e femmine. A tutela dei loro diritti, l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza ha presentato una serie di raccomandazioni rivolte a ministeri, regioni, comuni, servizi sociali e giornalisti.

Far west italiano


A Foggia la criminalità organizzata continua a mietere vittime. Nonostante gli appelli e le denunce, troppi i silenzi, troppe le impunità. Serve una cultura della legalità e uno spirito di resistenza, sottolinea ai nostri microfoni Daniela Marcone, Libera. (sonoro)

Cura di sé


Prosegue la settimana per la salute della donna, per la prevenzione delle principali patologie. Il servizio di Katia Caravello. (sonoro)

In occasione della Quarta Giornata Nazionale della Salute della Donna, la Fondazione ONDA (Osservatorio Nazionale sulla salute delle Donne e di genere) ha organizzato la manifestazione H-Open Week, con l’obiettivo di promuovere l’informazione e i servizi per la prevenzione e la cura delle principali patologie femminili. Negli oltre 190 Ospedali del Network Bollini Rosa che hanno aderito all’iniziativa, verranno offerti gratuitamente servizi clinici, diagnostici e informativi. In questo contesto si inserisce l’incontro previsto domani, durante il quale si approfondiranno una serie di argomenti relativi a questioni ginecologiche, ostetriche e sessuali delle donne con disabilità. L’evento si svolgerà presso l’Ospedale Careggi di Firenze, dove da qualche anno è attivo Rosa Point, un ambulatorio ginecologico accessibile.

Ora i fatti


“Serve subito il Piano Nazionale Non Autosufficienza”. Il coordinatore Consulta disabilità del Forum Terzo settore, Roberto Speziale, chiede di implementare il fondo. Ascoltiamolo ai nostri microfoni. (sonoro)