Archivi categoria: Diritti

Crisi afghana, la rete solidale del Forum Terzo settore del Lazio


Rete solidale. Oltre settecentocinquanta persone assistite ed accolte in cinque strutture grazie a una mobilitazione straordinaria di soggetti del Terzo Settore: è la risposta delle organizzazioni aderenti al Forum Terzo Settore del Lazio, insieme a CSV e Regione, all’emergenza umanitaria causata dalla crisi afghana. Attivata anche l’area sanitaria per fornire assistenza medica.

Cecità, la prevenzione non va in vacanza: la campagna di sensibilizzazione


La prevenzione non va in vacanza: fino alla fine della settimana a Modena la campagna di sensibilizzazione per salvaguardare gli occhi da fattori come il sole, il mare, le lenti, la sabbia e il vento, organizzata dall’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e l’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità.

Turismo accessibile, stanziati 30 milioni di euro per lo sviluppo


Spazi inclusivi: 30 milioni di euro per implementare e sviluppare il turismo accessibile, con la possibilità di farlo crescere ancora grazie al contributo delle Regioni. Secondo il Ministro Erika Stefani, occorre lavorare per cambiare il contesto a disposizione delle persone con disabilità.

Laila El Harim, l’ennesima morte sul lavoro


Diritto a vivere. Laila El Harim, 40 anni, una figlia di 4 anni, è l’ennesima vittima di una macchina, l’ennesima morte sul lavoro, di lavoro. Le Acli chiedono che con il PNRR si giunga a dispositivi per il controllo da remoto della sicurezza dei macchinari da parte delle autorità. Si tratterebbe di un investimento minimo che potrebbe salvare molte vite.

Federconsumatori: aumentati i prezzi dei traghetti verso Sardegna e Sicilia


Un mare salato. “Dal 2019 si è registrato un ulteriore aumento su ogni tratta che collega la penisola alla Sardegna. Anche le tratte Napoli-Palermo e Palermo-Cagliari, pure se presentano costi più ridotti, risultano più costose rispetto agli scorsi anni”. Lo rileva l’Osservatorio Nazionale di Federconsumatori.

Caporalato, Cnca sul caso Grafica Veneta: “Attivare azioni efficaci”


Basta caporalato. Dopo il caso di sfruttamento della Grafica Veneta il Cnca interviene e “ritiene necessario che le istituzioni prendano finalmente atto di questa realtà e che Regioni ed Enti locali attivino, d’intesa con le associazioni datoriali, azioni efficaci e continue di monitoraggio e contrasto al fenomeno”.