Archivi categoria: Economia

Pasto vincente


È il Senegal il paese vincitore del Campionato del mondo di cous cous, l’unica competizione che mette insieme paesi di quattro continenti: quello africano, europeo, americano e asiatico, compresi anche Palestina e Israele. La ricetta premiata di Mareme Cisse, che lavora al ristorante Ginger People&Food della cooperativa sociale Al Karub di Agrigento, è stata la più apprezzata dalla giuria tecnica.

Autunno caldo


Il riscaldamento globale non fa male solo al pianeta, ma anche al lavoro. L’ultimo report dell’Ilo mostra come i cambiamenti climatici si tradurranno in uno stress termico che causerà una perdita economica di 2.400 miliardi di dollari e di 80 milioni di posti nel mondo entro il 2030.

Aggiungi un posto a tavola


Palermo si arricchisce di un nuovo spazio verde e solidale. Al quartiere Ballarò è stato inaugurato Al Fresco, giardino e bistrot dell’impresa sociale Cotti in Fragranza. Una realtà che, nota per la produzione di biscotti dolci e salati, realizzati da alcuni detenuti del carcere minorile, ex detenuti e richiedenti asilo, adesso avrà un locale dove poter offrire i suoi prodotti.

Una Nota di ambiente, diritti e lavoro


Le 40 associazioni riunite in Sbilanciamoci! chiedono un “Green New Deal” e un grande piano di investimenti per welfare, istruzione e sanità, pari a un punto di Pil. E trovano le risorse senza aumentare le tasse. Ascoltiamo Giulio Marcon, portavoce della Campagna. (sonoro)

Saturday for future


Questo il titolo della campagna per la spesa responsabile. Il servizio è di Giuseppe Manzo. (sonoro)

E se i giovani di “Fridays for future”, che si sono mobilitati in tutto il mondo per il clima, convincessero le proprie famiglie a fare la spesa in modo più responsabile? È stata questa la scintilla che ha fatto nascere i “Saturdays for future” la nuova iniziativa dell’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (Asvis). Ogni sabato, simbolicamente il giorno successivo agli scioperi degli studenti lanciati in tutto il mondo da Greta Thunberg, ma anche quello che gran parte delle persone dedica alla spesa settimanale, diventerà una giornata di impegno e sensibilizzazione, per cambiare i modelli produttivi e le abitudini di acquisto dei cittadini. Cioè quanto previsto dal Goal 12 dell’Agenda Onu 2030 sottoscritto nel 2015 da 193 paesi, Italia compresa. A lanciare l’iniziativa dei “Saturday for future” sono stati il presidente di Asvis Enrico Giovannini insieme al presidente del comitato scientifico di Next Leonardo Becchetti, con un articolo pubblicato lo scorso giugno sul quotidiano Avvenire.

Massima sicurezza


Legacoop Veneto lancia il progetto per prevenire il rischio di aggressione, fenomeno per lo più sottovalutato, e di sensibilizzare sul tema i lavoratori delle cooperative che ogni giorno svolgono servizi a contatto con il pubblico. Coinvolti gli addetti impiegati in servizi pubblici e sanitari le coop culturali e quelle di servizi che svolgono attività di vigilanza, biglietteria, trasporti, guardiania.

In soccorso


A Roma la prima “farmacia di strada”, inaugurata presso il centro di accoglienza dei volontari del carcere di Regina Coeli, grazie a Medicina solidale, Banco Farmaceutico, Assogenerici, Fofi, Elemosineria vaticana e Ateneo di Tor Vergata. Ascoltiamo Chiara Cedola, medico e tra i coordinatori del progetto. (sonoro)

Mela marcia


Le agromafie restano uno dei settori pi preoccupanti del nostro Paese. Sfruttamento lavorativo, schiavismo e illegalità diffusa in tutto il territorio, come sottolinea il sociologo Marco Omizzolo. (sonoro)

Tutti per uno


Si rafforza l’alleanza tra associazioni e imprese. Capofila del progetto è l’Aipd, associazione italiana persone down, affiancata da reti, università ed enti formativi. Numeri sempre più importanti: 103 aziende, 6 Paesi europei e 400 lavoratori coinvolti.

Pasto giusto


Il cibo non consumato in crociera arriva alle mense dei poveri di Napoli. Il servizio di Giuseppe Manzo. (sonoro)

Un mare di solidarietà. Duecento pasti serviti agli indigenti, 50 dei quali consegnati direttamente a casa di quelle famiglie che non hanno sempre la disponibilità economica per garantire un pranzo o una cena ai loro figli. E’ questo che fanno ogni giorno i circa 60 volontari della mensa Papa Francesco di Pompei (Napoli) che ricevono in dono le eccedenze alimentari della Costa Fascinosa. La nave di Costa Crociere, che ospita 3800 persone, farà infatti scalo ogni lunedì nel porto di Napoli fino al 28 ottobre e porta in Campania anche il progetto di collaborazione tra la compagnia e fondazione Banco Alimentare onlus per il recupero delle eccedenze alimentari prodotte a bordo delle navi da crociera. Il primo furgone di Banco Alimentare ha raccolto decine di pietanze, sigillate nelle vaschette salva freschezza, ed etichettate che arriveranno direttamente alla mensa di Pompei.