Archivi categoria: Economia

Sportello amico


dottore-ospedaleVisite mediche gratuite e ascolto per i cittadini più fragili. Aperto a Napoli circa un anno fa, lo studio conta su 30 medici e specialisti che svolgono la loro opera volontariamente. Realizzato dall’associazione Sisto Riario Sforza, ad oggi ha portato a termine circa 3mila visite e oltre 500 interventi per italiani ma soprattutto migranti, di diverse fasce d’età.

Si parte


bambini-povertFondo per il contrasto della povertà educativa minorile, l’impresa sociale Con i Bambini annuncia la chiusura dei primi due bandi nazionali dedicati alla prima infanzia e adolescenza. Poco meno di 1200 le proposte pervenute: a disposizione ci sono 115 milioni di euro.

 

Sono quasi 1200 le proposte pervenute nella prima fase relativa ai bandi promossi dall’Impresa sociale Con i Bambini, interamente partecipata dalla Fondazione Con Sud, nata lo scorso giugno quale soggetto attuatore del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Costituito lo scorso aprile (Art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208) con un Protocollo di intesa siglato dal Governo e dalle Fondazioni di origine bancaria, rappresentate da Acri, il Fondo è destinato al sostegno di interventi sperimentali finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. La governance è affidata a un Comitato di Indirizzo Strategico, composto da rappresentanti di Governo, Fondazioni, Terzo Settore e da esperti.

Il Bando per la prima infanzia ha l’obiettivo di potenziare l’offerta di servizi di cura ed educazione dedicati ai minori tra 0 e 6 anni, con particolare riferimento ai bambini appartenenti a famiglie in difficoltà, promuovendone la qualità, l’accessibilità, la fruibilità, l’innovazione. Il Bando dedicato all’adolescenza (11-17) si prefigge di promuovere e stimolare il contrasto dei fenomeni di dispersione e abbandono scolastico, nonché situazioni di svantaggio e di rischio devianza, particolarmente rilevanti tra gli adolescenti che vivono in contesti ad alta densità criminale.

Le proposte sono pervenute da tutto il territorio nazionale da partnership costituite minimo da due soggetti, almeno uno dei quali ente non profit, coinvolgendo scuole, istituzioni, università, mondo della ricerca e delle imprese, oltre a soggetti che a vario titolo si occupano di infanzia, educazione, minori (famiglie e più in generale la “comunità educante”). I bandi prevedevano, inoltre, l’adozione di adeguati e innovativi strumenti di valutazione per le proposte di progetto.

“Con i Bambini” ha già avviato l’iter valutativo delle proposte pervenute in risposta al Bando Infanzia e nei prossimi giorni farà altrettanto per i progetti relativi al Bando Adolescenza. Le idee progettuali più meritevoli e in linea con gli obiettivi dei bandi accederanno alla seconda fase, che prevede l’invio di progetti esecutivi.

 

Insieme si può


aaeaaqaaaaaaaadraaaajgq3ytc0yti1lwm1njqtnge4zs05zwy5ltq1mdg1yjc1ndyzmaFondazione Sodalitas promuove in Italia il progetto per sensibilizzare gli studenti, soprattutto le ragazze, sul valore della formazione nelle materie tecnico-scientifiche e sulla necessità di superare gli stereotipi di genere. L’iniziativa coinvolge 13 imprese e 12 istituti scolastici superiori.

In salute


coopPiù occupati nella cooperazione mentre l’Italia è in crisi. Il servizio è di Giuseppe Manzo.

Negli anni della crisi la cooperazione ha aumentato i suoi occupati. Si stima che dalla 2008 al 2015 e il peso occupazionale delle cooperative italiane sia aumentato del 6,1%. Negli stessi anni il sistema Italia ha fatto registrare una diminuzione degli occupati pari al 1,7%. È quanto emerge dal convegno promosso da Alleanza cooperative italiane per i 130 anni di vita di Legacoop.
“Le cooperative continuano a crescere con un dato occupazionale in controtendenza. La storia della cooperazione italiana si sposa con la storia del paese. Promuovere le potenzialita’ di un territorio senza delocalizzare, garantire un pluralismo imprenditoriale con pari opportunita’ per donne e giovani e la funzione sociale, prima che economica, svolta dalla cooperazione”, commenta il presidente dell’Alleanza cooperative Maurizio Gardini che con i copresidenti Mauro Lusetti e Rosario Altieri incontra la presidente della Camera Laura Boldrini.

Un po’ di ossigeno


book-1760998_960_720Pronta la seconda tranche di fondi contro l’indigenza dei bambini dalle Fondazioni di origine bancaria. Per il 2017 stanziati altri 120 milioni di euro. Le risorse provengono dal protocollo siglato tra governo e Acri che ha dato vita al Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile varato nell’aprile scorso.

Pattumiera Italia


ciboOggi è la Giornata nazionale di prevenzione degli sprechi alimentari. Nel nostro Paese buttiamo cibo per un valore di 360 euro l’anno pro capite, l’1% del Pil e soprattutto nelle case: circa 145 kg all’anno per famiglia.

Ritorno alle origini


gelsoA Catanzaro Miriam, Giovanna e Domenico con la cooperativa Nido di seta hanno iniziato ad allevare bachi su 3.500 piante di gelso di varietà Kocusò, concesse in affitto dal Comune. Estraggono il filo, lo lavorano e lo tingono naturalmente.

La povertà uccide


medicoL’indigenza incide sulla salute più dell’abuso di alcol e dell’obesità. È il risultato di uno studio internazionale pubblicato dalla rivista medica The Lancet. Una condizione socio-economica di basso livello riduce l’aspettativa di vita di circa due anni.

Voglia di sviluppo sostenibile


impala-netÈ quanto emerge da una ricerca dell’Asvis presentata a Roma. Il servizio di Giuseppe Manzo.

“Il 70% degli italiani (1) è favorevole alle politiche per lo sviluppo sostenibile e oltre il 75% è preoccupato per i fenomeni globali, tra cui degrado ambientale, sicurezza alimentare, guerre e globalizzazione. La risposta a queste preoccupazioni farà la differenza anche in termini elettorali”. Lo ha detto Enrico Giovannini, portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), cui aderiscono oltre 140 organizzazioni, istituzioni e reti della società civile, che ha riunito a Palazzo Giustiniani importanti esponenti dei maggiori partiti e movimenti politici per un dibattito sul tema.
Sempre ieri sono arrivati i dati sulla disoccupazione giovanile che torna a volare oltre il 40% mentre quella generale resta inchiodata al 12. E proprio sulla possibilità di dare opportunità alle nuove generazioni continuano le esperienze di workers buyout come la cooperativa Arbizzi che, nel reggiano, ha rilevato l’omonima azienda dal titolare, intenzionato ad abbandonare l’attività pur essendo privo di eredi. Lo strumento, noto per i salvataggi durante la crisi, si rivela così utile anche per risolvere uno dei problemi fondamentali di un capitalismo, quello italiano, caratterizzato dalla presenza di tante aziende familiari destinate alla chiusura

Nuovi orizzonti


bottoniBottoni, merletti, cinture e altri accessori saranno realizzati con la stampante 3D dalla sartoria sociale Al Revés di Palermo. Grazie alla macchina sarà possibile avviare in collaborazione con il consorzio Arca dei corsi sperimentali che impegneranno giovani italiani e stranieri in condizioni di disagio sociale.