Archivi categoria: Società

Chi paga il conto


“Con i Bambini” ha presentato l’indagine condotta da Demopolis “Gli Italiani e la povertà educativa minorile nell’era Covid”. A subire il prezzo degli effetti a lungo termine dell’emergenza saranno i più piccoli: ne sono persuasi oggi i due terzi degli italiani convinti che nel nostro Paese le opportunità dell’istruzione non siano garantite per tutti.

Un dato importante e in crescita è che per il 67% degli italiani la responsabilità dei minori è di tutta la comunità. Ascoltiamo il presidente di “Con i Bambini” Carlo Borgomeo.

Distanti ma informati


La diffusione del coronavirus ha messo tutti di fronte alla necessità di proteggere dal contagio i soggetti più fragili. Ma cosa succede quando il virus entra in casa, soprattutto se in famiglia si convive con persone già colpite da patologie gravissime, come la Sla, Sclerosi Laterale Amiotrofica? Se ne parla oggi, alle 17.30, durante la diretta Facebook promossa da Aisla.

Sanità cercasi


Forti le preoccupazioni espresse in questi giorni da Federconsumatori per la situazione critica in cui versa il nostro sistema sanitario, non solo per le condizioni dei reparti di terapia intensiva e dedicati al covid. Ascoltiamo il servizio di Anna Monterubbianesi.

Federconsumatori lancia l’allarme per un grave stato di inefficienza di molte strutture ospedaliere, afflitte da carenza di personale, posti letto, attrezzature adeguate. Le attività che esulano dalla terapia del Covid-19 sono in molti casi letteralmente paralizzate con il rinvio di terapie ed interventi che costringe spesso i cittadini a rivolgersi al privato, mettendo ancor più in evidenza le già gravi disuguaglianze nell’accesso alle cure.

Una situazione ai limiti che lede gravemente il diritto alla salute. Per questo l’associazione chiede di prevedere almeno un rimborso per le prestazioni con prescrizione del medico.

Pensando ai bambini


Alla vigilia della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza è arrivata la nomina della Garante Carla Garlatti. “Un segnale importante in un momento delicato per il Paese, in cui i bambini rischiano di essere i soggetti più colpiti dagli effetti della pandemia che stiamo vivendo”, così ha commentato l’Unicef.

Più tempo


Approvato in Senato l’emendamento che proroga al 31 marzo del 2021 i termini per gli adeguamenti statutari per le organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e Onlus che vogliano adeguarsi alle indicazioni del Codice del terzo settore. Ed iscriversi al Registro Unico. Il testo ora passa alla Camera.

Terza opportunità


Colmare il divario digitale tra fasce d’età e per categorie sociali costituisce una delle principali sfide per il Terzo Settore. Per questo i centri di servizio per il volontariato di Belluno e Monza Lecco Sondrio hanno avviato due progetti per trasferire le competenze tecnologiche da giovani ad anziani e da esperti a disoccupati. Il primo appuntamento si rivolge ad over 65 e under 35 per promuovere l’invecchiamento attivo e favorire lo scambio culturale. Il secondo, “Volontari digitali”, vuole accrescere le competenze di chi è alla ricerca di lavoro.

Mettiamoci in gioco


La Campagna nazionale contro i rischi dell’azzardo ritiene che la priorità da perseguire nel riordino del settore sia una significativa riduzione dell’offerta. Durante il lockdown, con la chiusura delle sale sono diminuiti i comportamenti compulsivi dei giocatori patologici. Per questo ora sarebbe sbagliato prorogare le concessioni per un triennio. Occorre invece avviare una riforma complessiva del comparto.

Custodi sociali


In Liguria un nuovo piano per sostenere anziani e persone fragili, in questo periodo di emergenze. Ascoltiamo il servizio di Anna Monterubbianesi.

La Regione Liguria, in accordo con il Forum del Terzo Settore del territorio, potenzia il numero verde già a disposizione e lo raccorda con il servizio dei Custodi sociali. L’iniziativa permette di aiutare concretamente una fascia di popolazione molto esposta, in questa emergenza covid, e ha l’obiettivo più ampio di tutelare la salute di tutti i cittadini.

Il progetto prevede uno stanziamento di 500 mila euro e l’attivazione di volontari, grazie alla rete delle associazioni attive sul territorio. Le persone in difficoltà potranno richiedere servizi di consegna della spesa o dei farmaci, informazioni o segnalare specifiche difficoltà.

Primo risultato


Nel nuovo decreto Ristori è stato istituito un fondo a sostegno delle organizzazioni di Terzo settore che non svolgono attività di impresa e per le migliaia di associazioni che stanno incontrando grandi problemi con il blocco delle attività. Un intervento frutto del confronto tra Forum Terzo Settore e ministero del Lavoro, dello Sviluppo economico e della Salute

“Ip Ip urrà”


Una rete virtuale per sostenere minori e famiglie dalla Val Seriana a Scampia in questo momento storico difficile che stiamo attraversando. È il progetto selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile che vede come capofila l’associazione Chi rom e chi no.