Archivi categoria: Società

Il volontariato non si ferma


Davanti all’emergenza è importante contenere i contagi, ma è anche necessario garantire quei servizi diretti a persone in difficoltà che migliaia di volontari in tutta Italia continuano a portare avanti. È il messaggio di molte associazioni nel Lazio: dai donatori di sangue, all’assistenza ai senza fissa dimora, ai malati o agli anziani. C’è un’Italia che non si arrende e porta avanti la solidarietà.

Tutti a casa


Si allarga a nuovi testimonial la campagna social lanciata dal governo per invitare i cittadini a rispettare le regole per contenere l’epidemia da Covid-19. Un messaggio generalizzato, ma rivolto in particolare ai più giovani. Tra chi ci ha messo la faccia c’è anche Jovanotti. Ascoltiamolo. (sonoro)

Emergenza carceri


È rivolta in vari istituti contro il blocco delle visite dei parenti e degli avvocati. Il commento di Patrizio Gonnella, presidente di Antigone: “Bisogna assicurare ai detenuti – in assenza di colloqui visivi – il diritto a comunicare anche giornalmente, telefonando ai propri cari, anche tramite l’utilizzo di skype, nonché la possibilità di uscire in detenzione domiciliare. Vanno assunti tutti i provvedimenti necessari a ridurre la tensione”.

Sorreggere il Terzo settore


“Le nostre attività verranno mantenute dove sarà possibile nel rispetto delle norme di precauzione di salute pubblica. La distanza di sicurezza impatta su molte delle attività sociali, purtroppo saranno pochi in grado di garantirle, quindi in molti chiuderanno. Sono le parole di Francesca Chiavacci, presidente dell’Arci che sottolinea come il lavoro dell’associazione “non andrà in quarantena”: “Continueremo a fare aggregazione sociale e inclusione – ha assicurato – chiediamo però al Governo che anche il Terzo Settore venga inserito tra le attività da sostenere”.

Emergenza istruzione


Tra le misure adottate per evitare la diffusione del coronavirus, è di ieri anche quella della chiusura delle Scuole e delle università in tutto il Paese da oggi e fino al 15 marzo. Ascoltiamo il servizio di Anna Monterubbianesi.
Scuole di ogni ordine e grado e università chiuse a livello nazionale. È quanto stabilito ieri dal Governo per contenere la diffusione del coronavirus ed evitare il collasso delle strutture sanitarie. Solo fino a ieri nelle regioni già in stato di allerta sono state perse 8 milioni di ore di lezioni. Un patrimonio di servizio didattico e di offerta formativa. Ma La scuola, in questo momento di confusione, resta salda e risponde ‘noi ci siamo’! Tra le tante richieste arriva anche l’appello del Forum Nazionale delle Famiglie che chiede al Governo di fornire risposte concrete e forti quanto i provvedimenti approvati: smart-working, flessibilità lavorativa, lezioni on-line, ma anche fondi per poter pagare le baby-sitter. Anche le famiglie hanno bisogno di risorse, non solo le imprese.

Porta a porta


A Siano, in provincia di Salerno, succhi di frutta, pacchi di farina, latte, omogeneizzati per bambini e pannolini arrivano nelle case di chi ha più bisogno. Una raccolta a chilometro zero promossa dalla Confraternita di Misericordia, realizzata da volontari ed esercenti col sostegno del Comune e del Centro Servizi del Volontariato.

Piove sul bagnato


I 70 milioni di euro aggiuntivi, che erano stati destinati al fondo del Servizio Civile Universale dal governo, non sarebbero più disponibili. È stato lo stesso Ministro con delega, Vincenzo Spadafora, a farlo sapere. Il Forum del Terzo Settore lancia l’allarme: con questa decisione si rischia di lasciare a casa migliaia di giovani. Per Licio Palazzini, presidente della Conferenza nazionale Enti per il Servizio Civile (Cnesc), siamo di fronte ad un “quadro drammatico”. Ascoltiamolo. (sonoro)

Insieme senza paura


Una campagna nazionale anti panico da coronavirus. “Keep calm and evita i luoghi affollati” è solo uno dei tanti slogan che la federazione dei medici di medicina generale e Cittadinanzattiva hanno lanciato per riportare la giusta serenità davanti ad un’emergenza che non va sottovalutata, ma nemmeno fatta diventare psicosi. Una campagna che parte dal diffondere le corrette informazioni e che coinvolge operatori sanitari, cittadini, istituzioni e amministrazioni in una battaglia comune.

L’altra epidemia


“In questi giorni l’attenzione è per un virus poco conosciuto, che si è trasformato in isteria. É avvenuto proprio quello che non doveva avvenire. E a questo punto, per il bene della nostra vita sociale ed economica, e anche della nostra democrazia, è necessario lavorare per invertire la tendenza, per tornare alla normalità”. Queste le parole della presidente dell’Arci Francesca Chiavacci, che ha sottolineato l’importante ruolo svolto dai tanti operatori del sistema sanitario, i volontari, il civismo, la parte più bella del nostro Paese

Italia green


Nella sua presentazione del Rapporto “La Legge di Bilancio 2020 e lo sviluppo sostenibile” Asvis fa il punto rispetto al raggiungimento degli Obiettivi dell’Agenda 2030. Ce ne parla Anna Monterubbianesi
È una valutazione tendenzialmente positiva quella di Asvis, che definisce la legge più attenta allo sviluppo sostenibile con provvedimenti che recepiscono alcune proposte significative: dal legame tra incentivi per ‘Industria 4.0’ ed economia circolare, al varo di un Green New Deal italiano, dall’impegno per la mobilità sostenibile a quello per l’innovazione, dalla lotta alle disuguaglianze di genere all’attenzione ai problemi abitativi e delle periferie, anche se l’efficacia dipenderà dalla rapidità e dai contenuti dei decreti attuativi. Restano invece insufficienti le misure prese per la tutela della biodiversità, le risorse per istruzione, cooperazione allo sviluppo e occupazione giovanile. L’Italia è migliorata in 11 obiettivi di sviluppo sostenibile su 17, a partire dalla lotta alla povertà, tra il 2017 e il 2018, ma ha registrato un «significativo peggioramento» per uguaglianza di genere, acqua e strutture igienico-sanitarie, condizioni degli ecosistemi terrestri e cooperazione internazionale.