Archivi categoria: Società

Immigrati a sorpresa


Oggi alle 16 la presentazione della ricerca “Volontari inattesi. L’impegno sociale delle persone di origine straniera”. L’indagine, promossa da CSVnet, è stata realizzata dal Centro studi Medì di Genova e rappresenta il primo approfondimento sul tema che ribalta l’immagine dei migranti come soli destinatari di accoglienza e aiuto, rivelando al contrario il loro grande impegno in forme di solidarietà a favore degli italiani.

Dal furto alla solidarietà


È successo alla Comunità Progetto Sud di Lamezia che si occupa di rivalutare terreni sequestrati alla mafia e che lo scorso febbraio aveva subito un furto di macchinari agricoli. Adesso due imprenditori calabresi del Gruppo IGreco hanno donato alla comunità un trattore e un tagliaerba. A loro il ringraziamento di Don Giacomo Panizza che ha dichiarato: “Questa nostra Calabria potrà crescere davvero se insieme a strumenti di lavoro ci mettiamo anche scelte di solidarietà”.

Il futuro è già qui


Domani, dalle 17 alle 19, il seminario del progetto di formazione FQTS “Democrazia, partecipazione, digitale e Sud” che vedrà la presenza del ministro per la coesione territoriale, Giuseppe Provenzano, del Presidente della Fondazione Con il Sud, Carlo Borgomeo, e la portavoce del Forum terzo settore, Claudia Fiaschi. Un’occasione per fare il punto su come tecnologie e innovazione possano favorire lo sviluppo di comunità. Ma anche per parlare di ripartenza del Terzo settore nel Mezzogiorno.

Ascoltiamo Mauro Giannelli, coordinatore del progetto.

“Raccontami una storia”


Sette ospiti della residenza per persone con disabilità Simona Sorge di Inzago di Milano hanno prestato la propria voce per registrare fiabe rivolte a bimbi e bimbe: un progetto che ha consentito di reinventare la quotidianità della struttura, creando momenti di condivisione in cui ciascuno ha potuto esprimere la propria creatività.

Servizio civile


Nuove opportunità per i giovani di misurarsi con i valori del volontariato in oltre 200 progetti presentati dalla rete dei Csv di 11 regioni. Ascoltiamo il servizio di Anna Monterubbianesi.

Tutela dell’ambiente, valorizzazione del territorio, riqualificazione delle periferie degradate, aiuto alle persone più fragili. Sono solo alcune delle opportunità che i Centri di servizio per il volontariato hanno proposto ai giovani nell’ambito del bando per la presentazione dei programmi di intervento per il servizio civile universale dello scorso 29 maggio. I posti offerti nei programmi presentati dai Csv sono oltre 2.800 strutturati in 218 progetti da attuarsi in oltre 1.000 sedi.

Nella gran parte dei casi i progetti presentati riguardano il settore dell’assistenza e dell’educazione e promozione della cultura, con attenzione particolare al sostegno e l’inclusione delle persone in difficoltà. Un grande impegno dei centri che però richiede la necessità di “approvare gli emendamenti al Decreto Rilancio per arrivare a 50 mila giovani all’anno”, come ha sottolineato il presidente Tabò.

Stati generali


Modernizzazione del Paese, transizione ecologica, inclusione sociale, territoriale e di genere. Sono le linee strategiche su cui puntare per il piano di rilancio dopo l’emergenza. Così il premier Giuseppe Conte in apertura degli Stati generali dell’economia. Questa settimana il governo aprirà il confronto con le parti sociali sui progetti individuati come prioritari. Ascoltiamo Conte. (sonoro)

Dare l’esempio


Fondazione Italia Sociale ha lanciato Civic Action, un’iniziativa per raccontare l’impegno civico di singoli cittadini, aziende e associazioni durante l’emergenza del Covid-19. Progetti lodevoli che potranno essere replicati e sviluppati anche nel post-emergenza. Fino al 16 giugno sarà possibile accedere al sito action.becivic.it e raccontare la propria esperienza. Ascoltiamo Gianluca Salvatori, segretario generale della Fondazione. (sonoro)

Resilienza e innovazione


La straordinaria esperienza di comunità che ruota attorno al Parco dei Paduli nel Salento sarà al centro del racconto del programma di Rai due, “L’Italia che fa” di oggi. Il programma, in onda ogni pomeriggio, racconta storie e desideri di chi si impegna per gli altri e per il bene comune.

Un buon investimento


Senza uno stanziamento serio di risorse per le strutture sociosanitarie sul territorio, siamo e saremo più fragili contro il Covid-19. Lo ha evidenziato la Corte dei Conti, lo afferma ora con forza Uneba, la più rappresentativa organizzazione di categoria del settore sociosanitario non profit, che rivolge un appello a Governo e Parlamento: estendere alle strutture residenziali la tutela offerta ai centri diurni dal Cura Italia.

Mafia e azzardo


Scoperto un giro d’affari di 100 milioni di euro. La denuncia della Campagna Mettiamoci in Gioco nel servizio di Anna Monterubbianesi.

Una nuova indagine su mafia e gioco d’azzardo porta alla luce una vasta rete di attività nel settore, da parte di clan della mafia siciliana. Scoperto un giro d’affari di 100 milioni di euro attraverso concessioni governative e 9 agenzie di scommesse. La Campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo “Mettiamoci in Gioco” sottolinea che è ancora troppo grande il giro di interessi mafiosi nel settore dei giochi legali. Per questo chiede nuovamente che siano approvate al più presto misure incisive per limitare queste infiltrazioni nel settore. Le proposte elaborate in sede di Commissione parlamentare antimafia sono un eccellente punto di partenza per avere una legislazione più adeguata all’attivismo delle organizzazioni mafiose nel gioco d’azzardo.