Archivi categoria: Internazionale

Senza diritto

notizie

Condizioni disumane per i migranti reclusi nel Centro di Zuwara in Libia. La denuncia di Medici senza frontiere nel servizio di Giovanna Carnevale.

800 migranti e rifugiati trattenuti in un centro di detenzione sovraffollato a Zuwara, a 100 chilometri da Tripoli. Uomini, donne e bambini costretti in condizioni disumane da più di cinque mesi, senza accesso adeguato a cibo e acqua. È quanto denuncia Medici senza frontiere, che chiede a tutte le agenzie internazionali in Libia di trovare al più preso una soluzione per le persone che hanno già sopportato violenza e sfruttamento nel viaggio dai loro Paesi d’origine. Il problema del sovraffollamento nei centri libici peggiora di giorno in giorno, con centinaia migranti detenuti arbitrariamente. A Zuwara, è presente il quadruplo delle persone che la struttura potrebbe contenere. Nei giorni scorsi l’UNHCR ne ha trasferite 88 verso Tripoli, mentre l’Organizzazione internazionale per le migrazioni ha avviato il processo del rimpatrio volontario umanitario per alcuni detenuti.

Col fiato sospeso

notizie

Un’infermiera tedesca del Comitato internazionale della Croce Rossa, che lavorava per migliorare la salute dei più vulnerabili in Somalia, è stata rapita nelle scorse ore a Mogadiscio. A renderlo noto l’organizzazione umanitaria, che riferisce come il sequestro sia avvenuto da parte di uomini armati entrati nella propria sede.

Bombe senza crisi

notizie

Le spese militari in tutto il Pianeta crescono dell’1,1% in termini reali, superando nel 2017 il muro dei 1.700 miliardi di dollari pari al 2,2% del Pil mondiale. Lo certificano le stime del Sipri, l’istituto svedese di ricerca sulla pace, relative ai finanziamenti per eserciti e armamenti.

#jesuiskabul

notizie

Verranno ricordati questa mattina a Roma, i nove giornalisti uccisi lo scorso 30 aprile in un attentato nella capitale dell’Afghanistan. Si tratta di una delle più gravi stragi di reporter della storia recente. L’evento si svolgerà all’interno del liceo Mamiani ed è promosso dalla Federazione nazionale stampa italiana.

Bavaglio turco

notizie

Continua lo stato di repressione in tutto il Paese. Secondo l’ultimo rapporto di Amnesty International, dal 2016 sono state aperte indagini penali nei confronti di 100.000 persone, mentre più di 107.000 dipendenti pubblici sono stati licenziati in modo sommario. Divieti di raduni e ricorsi alla legge antiterrorismo pregiudicano il diritto di esprimere dissenso.

In riserva

notizie

In Afghanistan oltre un milione e mezzo di bambini e 440mila donne in stato di gravidanza e allattamento soffrono di malnutrizione. Secondo Unicef, le stime sono destinate a crescere nei prossimi mesi per gli effetti della siccità. Già ora, nelle province più colpite, il 20% delle fonti d’acqua è arido.

La salute non è un diritto

notizie

Newborn Syrian baby Zain Al-Abideen receives care from an MSF nurse in the neonatal unit at the mother and child hospital in Irbid.

In Giordania un recente provvedimento che aumenta i costi delle cure mediche per i rifugiati siriani potrebbe avere un impatto sul loro accesso alle cure e aumentare la loro vulnerabilità. A denunciarlo Medici senza frontiere che esorta la comunità internazionale a potenziare i finanziamenti per l’assistenza sanitaria per chi vive nei campi.

Piccolo mondo

notizie

È l’Islanda il paese più a misura di bambino. Il servizio di Giovanna Carnevale.

 

Dall’ambiente al lavoro, dall’alimentazione alla violenza familiare: sono 17 gli indicatori che la ong WeWorld utilizza per stilare la classifica annuale sulle condizioni di bambini, adolescenti e donne nel mondo. La quarta edizione del rapporto conferma ai primi posti il nord Europa: in cima l’Islanda, seguita da Norvegia, Svezia, Danimarca e, a sorpresa, la Slovenia. Perde posizioni invece l’Italia, soprattutto per quanto riguarda accesso al lavoro e questioni ambientali: il nostro Paese, al 27esimo posto, ha la peggiore performance dell’Unione europea. L’edizione del 2018 del WeWorld index si focalizza in particolare sull’accesso all’istruzione e alle barriere che si trovano nei vari Stati: la malnutrizione in Kenya, i matrimoni precoci in Nepal, la diffusione della violenza e il conseguente tasso di abbandono scolastico in Brasile fino alle migrazioni climatiche in India. Investire nell’accesso allo studio, spiega la ong, interrompebbe il circolo negativo che genera povertà educativa dalla povertà economica e viceversa: i poveri passerebbero da 780 milioni nel mondo a 300.

Buone pratiche

notizie

Soddisfazione delle associazioni per l’approvazione, da parte del Parlamento europeo, del pacchetto sull’economia circolare. Il provvedimento prevede, tra le altre cose, il 65% del riciclaggio dei rifiuti solidi urbani entro il 2035 e l’obbligo, dal 2023, della raccolta differenziata dei materiali organici.

Pagina 4 di 153« Prima...23456...102030...Ultima »