Archivi categoria: Internazionale

Giustizia umanitaria

notizie

Secondo la Cassazione l’Italia deve accogliere i migranti omosessuali non protetti nei loro Paesi. I particolari nel servizio di Fabio Piccolino. (sonoro)

L’Italia deve accogliere le persone gay provenienti da altri paesi che hanno subito discriminazioni o persecuzioni. La Corte di Cassazione infatti si è pronunciata in merito al ricorso di un cittadino originario della Costa d’Avorio, perseguitato in patria dalla famiglia per il suo orientamento sessuale. Una volta arrivato in Italia aveva chiesto lo status di rifugiato senza però ottenerlo, poiché in Costa D’Avorio l’omosessualità non è criminalizzata. I giudici della Corte di Cassazione però hanno ribaltato la sentenza, sostenendo che, in casi di questo tipo, non è necessario verificare la legislazione del Paese di origine, ma accertare innanzitutto l’adeguata protezione per minacce provenienti da soggetti privati.

Basta propaganda

notizie

“Sulla Libia è sempre più urgente una presa di responsabilità umanitaria, corale, senza tentennamenti e condivisa dall’Europa”. Così l’Arci nazionale in risposta all’allarme lanciato dall’Unicef che indica 500.000 i bambini colpiti dal conflitto e 1800 da evacuare con urgenza. L’associazione ha denunciato anche la criminalizzazione del lavoro delle ong.

#VaccinesWork

notizie

Al via la nuova campagna globale di Unicef per sottolineare la forza e la sicurezza dei vaccini tra i genitori e gli utenti dei social media. La campagna si svolgerà in concomitanza con la Settimana mondiale delle vaccinazioni per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’argomento.

Serve aiuto

notizie

Un mese dopo il passaggio del ciclone Idai in Mozambico, l’agenzia Onu World food programme ha fornito assistenza alimentare a un milione di persone e prevede di sostenerne altrettante nelle quattro province maggiormente colpite. Ma per riuscire a portare avanti l’intervento fino a giugno c’è bisogno di 130 milioni di dollari.

Fermate il boia

notizie

La Comunità di Sant’Egidio ha lanciato un appello per chiedere la sospensione dell’esecuzione, prevista per il 2 maggio, di Dexter Johnson, condannato a morte in Texas. L’uomo, accusato di omicidio, soffre di un handicap mentale cronico dovuto ad un importante trauma cranico subito in gioventù, che ne esclude la colpevolezza morale.

Orrore quotidiano

notizie

L’Europa sta aiutando la Libia a proseguire nelle violazioni dei diritti umani: è l’accusa di Amnesty International che chiede ai leader del vecchio continente la formulazione di un serio piano per gli sbarchi, la riforma del sistema di Dublino e percorsi sicuri e legali che forniscano alternative alle persone che si imbarcano in viaggi pericolosi.

In Libia, dove oltre 10.000 persone, tra cui 2.000 bambini, sono attualmente arbitrariamente trattenute in condizioni terrificanti nei centri di detenzione, è necessario porre fine alla detenzione arbitraria e indagare sulle accuse di tortura e maltrattamenti, reimpostando la cooperazione con il paese in materia di migrazione e dando priorità alla protezione dei diritti umani.

La memoria è viva

notizie

Sono passati otto anni da quando il giornalista e attivista italiano Vittorio Arrigoni veniva assassinato a Gaza. Il suo “Restiamo umani è diventato nel tempo un monito e un pungolo per chi si impegna quotidianamente per i diritti degli ultimi. Ascoltiamo la madre, Egidia Beretta che accomuna la sorte di suo figlio a quella di Giulio Regeni. (sonoro)

Sos inascoltati

notizie

Nel 2018, secondo l’Ocse, si registra un calo negli aiuti del 2,7%, a farne le spese sono i paesi più poveri del pianeta. Il servizio di Fabio Piccolino. (sonoro)

Gli aiuti internazionali verso i paesi in via di sviluppo sono in calo. Secondo l’Ocse infatti, nel 2018 le risorse sono diminuite di quasi il 3% a discapito delle nazioni più povere del pianeta. I paesi ricchi hanno destinato in media solo lo 0,31% del proprio reddito nazionale lordo agli aiuti allo sviluppo: una tendenza che, secondo Francesco Petrelli, senior advisor su finanza per lo sviluppo di Oxfam Italia, significa in sostanza “voltare le spalle a chi lotta per la sopravvivenza” e che dimostra come “l’attuale sistema economico funzioni bene solo per l’1% e male per il restante 99%”. Tra tutti i paese dell’Ocse, l’Italia è quella in cui la diminuzione delle risorse è stata più drastica: meno 21,3%.

A piccoli passi

notizie

Buone notizie da Amnesty International. Secondo il rapporto diffuso sulla pena di morte nel mondo, nel 2018 le esecuzioni sono diminuite di un terzo rispetto all’anno precedente, segnando inoltre il numero più basso degli ultimi dieci anni. Secondo l’ong internazionale, la maggior parte elle esecuzioni ha avuto luogo, nell’ordine, in Cina, Iran, Arabia Saudita, Vietnam e Iraq.