Archivi categoria: Sport

Crazy for football

notizie

Quattro mani, quelle di Volfango De Biasi e Francesco Trento, per raccontare una bella storia di riscatto e del potere salvifico dello sport. Il libro, edito da Longanesi, è il resoconto dell’avventura di 12 pazienti con forte disagio mentale, protagonisti in Giappone del primo Mondiale di calcio a 5.

Accolti sul campo

notizie

Esordio nel campionato di terza categoria per la Tre Fontane, squadra di calcio formata interamente da richiedenti asilo ospiti nei centri d’accoglienza gestiti dalla omonima cooperativa sociale in provincia di Roma. Sono 25 i giocatori coinvolti nel progetto di integrazione sociale e sportiva. L’As Roma ha donato materiale tecnico e biglietti per l’Olimpico.

Il gol più bello

notizie

Alcuni calciatori della Fiorentina hanno effettuato il percorso esperienziale allestito da Save the children a Milano: indossati i visori Hololens, hanno percorso l’itinerario lungo il quale si incontrano virtualmente vittime di guerra, bimbi malnutriti, famiglie in fuga da guerre o da calamità naturali. L’iniziativa rilancia la campagna “Fino all’ultimo bambino”.

 

Solo nel 2016, nel mondo, grazie a questa campagna, l’Organizzazione ha raggiunto 21 milioni di bambini con i suoi programmi di salute e nutrizione. Anche quest’anno è possibile sostenere la campagna attraverso il numero solidale 45544, attivo fino al 5 novembre.
Da otto anni sulle magliette della Fiorentina, oltre allo sponsor, compare anche il logo di Save the children. La squadra fiorentina ha così sostenuto progetti di salute materno infantile che hanno raggiunto centinaia di migliaia di bambini in Etiopia.

Campioni fuori dal campo

notizie

Novak Djokovic, ex numero uno del mondo del tennis, aprirà nel 2018 in Serbia il suo terzo ristorante, dopo quelli di Belgrado e Montecarlo, ma questo sarà diverso: si tratta di una mensa per i poveri e servirà solo cene. Da 10 anni il tennista gestisce anche una fondazione rivolta all’istruzione dei bambini in condizioni di disagio sociale.

 

“Il denaro non è un problema per me. Ho guadagnato abbastanza per sfamare tutta la Serbia, penso che meritino questo dopo tutto il sostegno che mi stanno dando”, ha dichiarato Djokovic. L’iniziativa si affianca infatti alla Novak Djokovic Foundation, ente benefico attivo da 10 anni e destinato ai bambini meno fortunati, con l’obiettivo di favorirne l’istruzione. Fino a oggi, la Novak Djokovic Foundation ha aiutato oltre 20.000 bambini, formato 1.322 insegnanti, sostenuto 683 famiglie e 37 scuole.

 

L’importante è partecipare

notizie

Saranno più di 600 gli atleti protagonisti dei Giochi Europei Paralimpici Giovanili, in programma in Liguria fino a domenica. Il servizio di Elena Fiorani.

Le emozioni sono iniziate con la cerimonia d’apertura e la sfilata delle 25 delegazioni che fino a domenica, tra Genova e Savona, si contenderanno i titoli paralimpici nelle otto discipline del programma dei Giochi. “Noi decliniamo lo sport per cambiare la percezione della disabilità in Italia e nel Mondo: – ha detto il presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli – dietro ogni pagina di cronaca sportiva, ci sono storie di speranza che noi vogliamo far conoscere per allargare la famiglia degli sportivi del Comitato Paralimpico”. La prima medaglia d’oro per l’Italia è arrivata dal judo non vedenti con Simone Cannizzaro. le altre 7 discipline sono calcio a 7; goalball; boccia; tennistavolo; vela; atletica e nuoto.

#SignAndPass

notizie

Parte dal calcio femminile di serie A e dai dilettanti, la versione italiana della campagna pro-refugees di Barcellona e Unhcr. L’iniziativa è promossa da Atletico Diritti nell’ambito delle Football People action weeks 2017 e della Rete Fare-Football against racism in Europe.

 

La polisportiva Atletico Diritti è nata nel 2014 per volontà delle Associazioni Antigone e Progetto Diritti con il sostegno dell’Università di Roma Tre. Da quest’anno è supportata anche da Banca Popolare Etica – che ha apposto il proprio logo sulle maglie della squadra di calcio – e dallo Studio Legale Associato Legance. La squadra, che disputa il campionato ufficiale di terza categoria, è composta da migranti, studenti e ragazzi in esecuzione penale. #SignAndPass si prefigge l’obiettivo di sensibilizzare sul tema dello sport quale straordinario veicolo di integrazione per i rifugiati e rappresentare un importante strumento per una positiva trasformazione sociale. Persone di tutto il mondo possono mostrare il loro supporto per la causa firmando digitalmente un pallone da calcio per poi passarlo simbolicamente ai propri amici, condividendolo sui social network. Il pallone è già stato firmato e passato da più di un milione e mezzo di persone, e non sembra destinato a fermarsi. Lanciano la campagna Carlotta Sami (portavoce Unhcr), Susanna Marietti (Presidente Atletico Diritti e coordinatrice nazionale di Antigone) e la Res Roma Calcio Femminile che disputa il campionato nazionale di Serie A, insieme all’Associazione Italiana Calciatori, a Raffaella Chiodo Karpinsky (Fare Network-Football Against Racism in Europe).
Le Football People action weeks, cui Atletico Diritti aderisce per il secondo anno consecutivo, sono un movimento internazionale composto da oltre 100.000 persone che, dai club ai giocatori professionisti fino a quelli amatoriali, dal 5 al 19 ottobre sottolineeranno la potenza del calcio per unire le persone e celebrare le differenze.

In bici per la pace

notizie

Le 120 donne che stanno pedalando in Libano con l’iniziativa “Follow the women, women for peace”, sono arrivate al campo profughi di Mansoura, nella Valle della Bekaa, che ospita 260 rifugiati siriani. Le cicliste provengono da 16 paesi diversi, sette sono italiane. Per il prossimo anno il sogno è arrivare in Siria e Palestina.

 

Una rete storica

notizie

In Norvegia, uomini e donne in forze alla Nazionale di calcio riceveranno lo stesso compenso. L’accordo raggiunto dai sindacati dei calciatori con la Federazione locale è un risultato cruciale per mettere fine alle discriminazioni di genere che resistono nello sport e nel lavoro.

I calciatori di Oslo, che fino a oggi hanno incassato come collettivo di squadra l’equivalente di circa 697 mila euro all’anno, anche quando hanno portato a casa punteggi e risultati peggiori rispetto alle colleghe, scenderanno a circa 639 mila euro, rinunciando fra l’altro a una parte degli introiti derivanti dalle sponsorizzazioni commerciali; e le calciatrici raggiungeranno la stessa cifra, partendo però dagli attuali 330 mila euro, cioè da una paga che finora non ha mai raggiunto la metà.

Buone pratiche

notizie

A Taranto è stata presentata la nuova gestione del Palamazzola, affidato agli enti di promozione sportiva Uisp ed Endas, aggiudicatari del bando emesso dal Comune. Lo spazio accoglierà gli alunni del Liceo Ferraris. Un’iniziativa che pone termine alla vergognosa situazione che relegava i giovani studenti a dover svolgere l’attività fisica in posti non idonei.

Nel Palamazzola quest’anno troverrano un luogo sicuro dove poter fare attività sportiva, specificatamente lo Yoga, la ANDOS, ovvero associazione nazionale donne operate al seno, con cui la Uisp ha da tempo intrapreso un percorso che, come sottolineato dalla responsabile provinciale Semeraro, rappresenta un grandissimo supporto psicofisico nella fase che precede l’operazione ma anche, se non soprattutto, nella fase post operazione quando inizia l’iter riabilitativo. Inizia una nuova stagione per il Palamazzola, da tempio dei professionisti a casa dello sport per tutti, almeno fino al 30 giugno 2018.

Pagina 20 di 157« Prima...10...1819202122...304050...Ultima »