Archivi categoria: Società

Partigiani d’umanità


Manifestazione questa mattina a Siracusa di sindacati, associazioni e ong in segno di vicinanza con le persone segregate all’interno della Sea Watch. La nave, nel frattempo, ha chiesto l’intervento della Corte Europea, ma il governo italiano tira dritto e non apre il porto.

Fermatevi e ascoltate


È il nome della campagna lanciata in tutta Italia dalla Comunità di Sant’Egidio in soccorso alle persone senza dimora. Il servizio è di Anna Monterubbianesi. (sonoro)

In Italia ci sono 50.000 persone senza dimora, che vivono per strada o in emergenza abitativa. Una cifra importante, di cui 8.000 solo a Roma, dove negli ultimi mesi solo per il freddo, ci sono stati 11 morti. Viste le temperature rigide e la necessità di offrire un posto al caldo alle persone senza dimora, la Comunità di Sant’Egidio ha lanciato la campagna FERMATEVI E ASCOLTATE per aprire spazi di ospitalità per chi ha bisogno di accoglienza. A tutti è richiesto un aiuto, sia portando coperte e indumenti caldi nei centri di raccolta, sia partecipando di persona alle distribuzioni di piumoni e stufette ad olio per riscaldare la notte di chi non ha niente.

Ci siamo


Oggi in Aula del Senato il disegno di legge in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione. È lì che ci sarà la tanto attesa cancellazione dell’aumento dell’Ires al non profit. Il testo passerà poi al vaglio della Camera.

Lost in education


Al via un progetto per creare ponti tra scuola e comunità. Destinatari sono 4.500 ragazzi delle medie e superiori, 900 famiglie, 600 docenti e 255 attori sociali. Venti i plessi coinvolti in 7 regioni italiane. Tra gli obiettivi: migliorare il benessere degli studenti e rafforzare la centralità degli istituti come luogo educativo.

Umanità cercasi


Continua, senza sosta, lo sgombero del Cara di Castelnuovo, alle porte di Roma. Una struttura che ospita oltre 500 persone, in parte prelevate e portate in altre regioni verso ignota destinazione, altri semplicemente lasciati per strada perché, pur essendo titolari di protezione, denunciano le associazioni, hanno perso il diritto all’accoglienza per effetto del decreto Salvini.

Mal’aria d’Italia


Città soffocate dallo smog e invase dalle auto private. Nel nostro Paese se ne contano 38 milioni e soddisfano complessivamente il 65,3% degli spostamenti. È la denuncia contenuta nel nuovo dossier di Legambiente. Un’occasione per l’associazione di ribadire la richiesta di “un Piano Nazionale contro l’inquinamento”.

Spreco zero


Ogni anno 36 kg di cibo finiscono in pattumiera. Il servizio di Anna Monterubbianesi. (sonoro)

Nel nostro Paese buttiamo ogni anno 36 kg di cibo e non ce ne accorgiamo. Questo è quanto emerge dalla campagna Spreco Zero di Last Minute Market presentata in vista della VI Giornata nazionale di Prevenzione dello Spreco, il 5 febbraio. Secondo i dati per ogni consumatore si producono 2,89 kg all’anno di spreco, ma il 35% di questo potrebbe essere recuperabile con un impatto importante sul piano economico ma anche su quello educativo, soprattutto per i giovani. E se si butta ancora troppo, c’è una – piccola -buona notizia: lo spreco è decisamente meno di quello del 2014 quando un italiano su due gettava via cibo quasi ogni giorno. effetto delle iniziative di sensibilizzazione che sono state portate avanti in questi anni.

Riace nobel per la pace


C’è tempo fino al 30 gennaio per sostenere la candidatura della città calabrese all’importante riconoscimento. Tra le oltre diecimila firma già raccolte, c’è anche quella dello scrittore Erri De Luca. Ascoltiamo il suo appello. (sonoro)

Buone pratiche


A Padova, bus gratis per 4.500 cittadini tra anziani e persone con disabilità. Dall’inizio dell’anno, abbonamento urbano annuale azzerato per ultrasessantenni e invalidi con reddito inferiore a 16.740 euro. La nuova misura di esenzione coinvolge circa mille utenti in più rispetto al passato e intende incentivare l’uso del trasporto pubblico.

Un altro buco nell’acqua


Nessuno dei procedimenti avviati dal procuratore Carmelo Zuccaro, secondo cui potevano esserci dei collegamenti tra le organizzazioni non governative e i trafficanti di uomini, è mai arrivato a processo. Anche l’accusa a Medici senza frontiere per lo smaltimento di rifiuti della nave Acquarius cade. Il Tribunale del riesame di Catania ha accolto integralmente i ricorsi degli indagati.