Archivi categoria: Sport

Progetto Pallavolo+


A Cerreto Guidi, in provincia di Firenze, la Polisportiva Cerretese ha avviato un programma per l’inclusione di giovani con disabilità mentali coinvolgendo due centri diurni sul territorio, per offrire loro la possibilità di praticare attività motoria e socializzare. Da ottobre una decina di ragazzi si ritrovano ogni settimana insieme agli educatori con l’obiettivo di formare una squadra che possa partecipare agli Special Olympics.

Un calcio ai diritti


Polemiche per la finale di supercoppa italiana in programma questa sera a Gedda, in Arabia Saudita. La Rai trasmetterà la gara tra Juventus e Milan in diretta da un Paese in cui i diritti sono quotidianamente violati. Ai nostri microfoni Vittorio Di Trapani, segretario dell’Usigrai, che insieme a tante associazioni sarà in un sit-in davanti all’ambasciata saudita (sonoro)

Apnea special sotto sotto


Il progetto, nato dodici anni fa a Chieri, in provincia di Torino, è rivolto a persone con disabilità intellettive al primo contatto con l’acqua. Obiettivo: accrescere la fiducia nei propri mezzi e fornire un’opportunità di crescita personale e sociale. Un gruppo di ragazzi ha anche preso parte ad eventi agonistici con ottimi risultati in termini di coordinazione e concentrazione.

Nuoto per tutti


È aperta dal 7 gennaio la segreteria della piscina della Federazione Nuoto Paralimpico, all’interno del Complesso Sportivo Tre Fontane a Roma. Finalmente anche le persone con disabilità potranno svolgere l’attività in una struttura pensata per le loro esigenze, in cui troveranno istruttori e allenatori preparati.

Si concretizza il progetto fortemente voluto dalla FINP e trapelato durante l’inaugurazione della sede nel quartiere EUR di Roma. I corsi si terranno dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Si tratta di un vero e proprio passo nel futuro che contribuirà anche a coltivare nuovi talenti del nuoto paralimpico Azzurro che ha chiuso il 2018 con ben 74 medaglie vinte ai Campionati Europei di Dublino che ha visto la squadra italiana piazzarsi seconda nel medagliere dietro alla potenza mondiale storica dell’Ucraina, dopo aver festeggiato alcuni mesi
prima lo straordinario successo ottenuto dall’organizzazione della prima edizione delle World Series ospitata in Italia, a Lignano, dove per il 2019 è già programmata la seconda edizione dal 27 maggio al 2 giugno.

Come alberi


È questo il titolo del cortometraggio realizzato dal centro servizi per il volontariato di Belluno. La pellicola racconta, in 13 minuti, l’alluvione che a fine ottobre si è abbattuta sulle montagne del territorio, spazzando via le foreste che le ricoprivano, attraverso le immagini e le parole di chi l’ha vissuta.

Giocare alla pace


Lo sport unisce ancora una volta le due Coree: al Mondiale di pallamano Nord e Sud scenderanno in campo con una sola squadra. Il servizio di Elena Fiorani. (sonoro)

La manifestazione si sta svolgendo tra Germania e Danimarca e Seúl e Pyongyang hanno deciso di presentare un’unica squadra, anche se i giocatori dei due Paesi si sono conosciuti soltanto all’arrrivo a Berlino, sede del ritiro. Dopo aver pubblicamente apprezzato la scelta dei due governi, il Comitato Olimpico ha permesso eccezionalmente alla squadra coreana di schierare 20 giocatori in rosa, e non 16 come il resto delle Nazionali iscritte al torneo. Pur essendo tecnicamente in guerra dal 1950, i due Paesi hanno avviato negli ultimi tempi un processo di pace che ha visto unire le forze anche per raggiungere un altro obiettivo legato allo sport: l’organizzazione in commune dei Giochi olimpici estivi del 2032.

Scrittori nel pallone


Al via a Cagliari il concorso letterario sul calcio aperto a tutti gli autori sardi, con una sezione speciale per ragazzi delle scuole elementari e medie. Si può partecipare con varie tipologie di elaborati, dalle poesie ai racconti. La scadenza per l’invio  il 30 giugno.

L’iniziativa, promossa dall’associazione culturale Carta Bianca con il patrocinio del Comune di Cagliari e della Regione Sardegna, è organizzata in collaborazione con il Cagliari Calcio, la Figc  regionale e con l’Ussi Sardegna. Ha aderito all’iniziativa anche il Ctm Cagliari, l’azienda di trasporto pubblico locale che le darà visibilità all’interno dei propri mezzi, popolati da migliaia di utenti ogni giorno.
“Da anni ormai Carta Bianca lavora con le scuole perché gli studenti di oggi saranno gli scrittori di domani”. Così Fabrizio Manca, direttore artistico dell’Associazione CartaBianca. “Il calcio rappresenta un vero e proprio fenomeno sociale nel nostro paese e per questo è un potente volano per il coinvolgimento dei giovani e dei meno giovani che attraverso la passione per il gioco più amato dagli italiani avranno modo di avvicinarsi, in modo leggero e divertente al mondo della letteratura”. Il bando completo è disponibile su www.associazionecartabianca.it

Cinque cerchi per tutti


Presentati a Torino i Giochi nazionali invernali Special Olympics. Gare al via dal 16 al 18 gennaio nelle quali circa 500 atleti dimostreranno le loro abilità in diversi sport: corsa con le racchette da neve, sci nordico, sci alpino e snowboard.

Spal… le larghe


È il progetto rivolto a bambini dai 5 ai 13 anni con disabilità e realizzato in collaborazione tra Spal, Accademia Spal e Comune di Vigarano Mainarda. Fino a maggio i ragazzi potranno svolgere attività motoria tutti i venerdì pomeriggio, per promuovere integrazione sociale e una maggiore salute psicofisica, grazie all’aiuto di allenatori e personale qualificato.

Le sedute di allenamento, che verranno suddivise tra attivazione,
psicomotricità e gioco finale, si terranno tutti i venerdì pomeriggio
dalle 17 alle 18.30, presso la palestra della scuola primaria “Alda
Costa” di via Hack, a Vigarano Mainarda, e vedranno ragazzi e istruttori
lavorare seguendo il metodo globale, ossia prediligendo sia la
suddivisione in piccoli gruppi che il coinvolgimento collettivo di tutti
i partecipanti, al fine di individualizzare e personalizzare il più
possibile la programmazione.

In campo per la pace


Si sta giocando negli Emirati arabi uniti la 17esima edizione della Coppa d’Asia di calcio. In tutto 24 nazionali tra cui la Palestina che, per essere presente, ha dovuto superare gli innumerevoli ostacoli legati alla difficoltà di praticare attività fisica sotto occupazione. La federazione calcistica palestinese intende sfruttare il popolare strumento sportivo per esportare la propria causa.