Archivi categoria: Internazionale

Generation 2030

notizie

Il futuro dell’Africa passa anche dal servizio sanitario e da quello scolastico. Il servizio di Fabio Piccolino.

 

La popolazione infantile in Africa è in costante crescita e per il futuro è necessario un incremento dei servizi e del personale sanitario e scolastico. Sono i dati del Rapporto “Generation 2030” di Unicef nel quale si stima che entro il 2030 i bambini e i giovani sotto i 18 anni nel continente saranno 750 milioni, e supereranno il miliardo entro il 2055. Ciò significa che per rispettare gli standard minimi internazionali l’Africa avrà bisogno di 5 milioni e mezzo di nuovi operatori sanitari e di quasi 6 milioni di insegnanti. Una sfida che va sostenuta con investimenti nazionali ed internazionali e che l’organizzazione umanitaria identifica nell’assistenza sanitaria, nell’istruzione e nella protezione ed empowerment delle donne e delle ragazze.

 

Senza giustizia

notizie

Per 78 giorni il caso di Santiago Maldonado, giovane attivista scomparso in Patagonia durante una manifestazione, ha tenuto l’Argentina col fiato sospeso. Ora il suo corpo è stato ritrovato, ma la verità sulle cause della sua morte sembra ancora lontana. Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International. (sonoro)

 

Umanità cercasi

notizie

Diciannove ong chiedono al primo ministro greco Alexis Tsipras di porre fine alla “politica di contenimento” adottata dal governo di Atene per trattenere i richiedenti asilo sulle isole dell’Egeo. Sono migliaia le persone, tra cui bambini, donne sole o in gravidanza e persone con disabilità bloccate in condizioni terribili proprio mentre si approssima la stagione fredda.

Emergenza peste

notizie

Medici Senza Frontiere lancia l’allarme in Madagascar: oltre mille i casi registrati e circa 90 i decessi. Una situazione che può essere arginata attraverso interventi mirati: secondo l’organizzazione infatti “con azioni concrete e rapide si può ridurre drasticamente il numero di morti e porre fine all’epidemia”.

 

Oltre al trattamento dei malati, l’équipe di MSF sta aiutando le autorità locali a implementare il sistema di triage dei pazienti, così da identificare e isolare i malati, e a coordinare il sistema di ambulanze nella città di Toamasina. Gli esperti di acqua e potabilizzazione di MSF, insieme alle équipe locali, intervengono anche nei protocolli di igiene e nella disinfezione dell’ospedale e nel resto della comunità per ridurre il rischio che la peste si diffonda ulteriormente.
La città portuale di Toamasina ospita circa 300.000 persone e ha la più alta concentrazione di casi di peste polmonare nel paese, con 261 casi di cui 10 letali, dall’inizio dell’epidemia. Mentre la peste bubbonica si trasmette attraverso pulci infette di mammiferi comuni, la peste polmonare si trasmette da uomo a uomo. Il Madagascar registra ogni anno casi di peste bubbonica nei suoi altopiani, dove la malattia è portata dai ratti, ma nella citta di Toamasina non sono presenti animali che siano vettori, e non ci sono stati casi di peste negli ultimi anni.

Finalmente si cambia

notizie

Passa in Commissione europea la revisione del Regolamento di Dublino: non più l’obbligo di domanda di asilo nel primo Paese di approdo. Il servizio di Fabio Piccolino.

 

Il Parlamento europeo ha dato il via libera alla riforma del regolamento di Dublino, abolendo il criterio per cui i migranti facciano richiesta di asilo nel primo paese di ingresso. Al suo posto un meccanismo permanente e automatico di ricollocamento a cui tutti gli stati membri sono obbligati a partecipare. Buone notizie anche per i ricongiungimenti familiari, più semplici e veloci.
La revisione è stata accolta con entusiasmo dalle associazioni e le ong che si occupano di migrazioni. Secondo Amnesty International si tratta del primo passo verso sistema che darà dignità ai richiedenti asilo, privilegiando i loro legami familiari; Save the Children ha sottolineato l’urgenza di un sistema più giusto di redistribuzione che dia una reale possibilità di integrazione e futuro a persone in fuga da guerre, conflitti e violenze.

Crimini contro l’umanità

notizie

Amnesty International denuncia l’uccisione di centinaia di persone da parte delle forze di sicurezza birmane per espellere dal Myanmar la minoranza musulmana dei Rohingya. L’organizzazione ha parlato di villaggi circondati, spari su persone in fuga e incendi contro le case che hanno provocato la morte di chi era impossibilitato a scappare.

 

“Denunciare questi crimini efferati è il primo passo nella lunga strada verso la giustizia. I responsabili devono essere chiamati a rispondere – ha sottolineato Tirana Hassan, direttrice di Amnesty International per la risposta alle crisi -. Le forze armate di Myanmar non possono semplicemente nascondere le loro gravi violazioni sotto il tappeto annunciando l’ennesima vergognosa indagine interna. Il comandante in capo, il generale Min Aung Hlaing, deve prendere misure immediate per fermare le atrocità delle sue truppe”.

Buoni acquisti

notizie

Nel mondo il commercio è sempre più equo e solidale. Il nuovo rapporto annuale di Fairtrade International segnala un’interessante crescita per i principali prodotti certificati come caffè, cacao e zucchero. Per lo sviluppo alle comunità di Asia, Africa e America Latina sono arrivati 150 milioni di euro.

La violenza non è mai giustificata

notizie

Reporter senza frontiere condanna il barbaro omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia, uccisa a Malta per le sue inchieste su corruzione e malaffare. In momenti come questi – si legge in una nota della ong – il Paese dovrebbe riflettere sul significato di unità nazionale, rispetto dei diritti e libertà di espressione.