Archivi categoria: Economia

Politiche sociali cercasi


A Napoli la protesta del comitato Il welfare non è un lusso. Il servizio è di Giuseppe Manzo: Emergenza senza fine: il welfare a Napoli vive ancora un giorno di protesta. Questa mattina il collettivo operatori sociali e il Comitato “Il welfare non è un lusso” inizia un presidio permanente con gazebo davanti alla sede dell’amministrazione comunale di Napoli. Ascoltiamo le ragioni della protesta dalla voce di Tania Castellaccio, operatrice sociale: “il 29 febbraio ci era stato promesso entro dieci giorni un tavolo nel quale ci sarebbe stato spiegato come il Comune avrebbe saldato almeno parte di quel debito. È trascorso un mese e non abbiamo né rincontrato gli assessori e il sindaco, né visto l’ombra di un euro”.

Trattativa e confronto


Sulla riforma del lavoro, sono in molti a chiedere maggiore dialogo e apertura. Secondo il presidente delle Acli Andrea Olivero “le mediazioni si possono e si devono trovare”. Anche Alleanza delle cooperative si augura che il Parlamento “si impegni a migliorare un lavoro responsabile, difficile e complesso”.
 

Riforma del Lavoro, alta tensione


Scontro governo-sindacati. Il servizio è di Giuseppe Manzo. Governo spregiudicato o disinformato. È quanto sostengono a Bologna 53 personalità tra professori ed esperti di diritto del lavoro che giudicano sconcertante l’atteggiamento del Governo. Finiscono nel mirino alcune norme presentate dall’esecutivo come una novità e invece già acquisite da anni. Primi firmatari della nota sono Umberto Romagnoli, Luigi Mariucci, Piergiovanni Alleva, Giovanni Orlandini e Sergio Matone e da Torino tra i firmatari Luciano Gallino, professore di sociologia all’università, poi anche Firenze, Milano e Roma. Intanto fioccano le polemiche con i sindcati per un coinvolgimento dei dipendenti pubblici nel nuovo articolo 18. L’intervento però del Ministro Patroni Griffi chiarisce che la norma non riguarderà gli statali.

Impresa poco sostenibile


Anche quest’anno nessuna italiana nella classifica 2012 delle aziende più etiche del mondo. Succede da sei anni a questa parte, di non riuscire ad entrare nella lista dei “buoni” elaborata da Ethisphere, l’istituto americano che si occupa di sviluppare la responsabilità sociale d’impresa.

Cervelli in fuga


Uno su tre ha intenzione di tornare in Italia. È quanto emerge da un sondaggio tra 1.200 connazionali all’estero realizzato da Italents. L’80% degli intervistati afferma che ha lasciato l’Italia perché nel nostro Paese manca la meritrocrazia e non c’è trasparenza negli avanzamenti di carriera.

Lavoro, riforma in settimana.


Presto si chiude, dice il ministro Fornero. Ma l’accordo con le parti sociali sembra lontano. Il giudizio di Maurizio Drezzadore, responsabile del dipartimento lavoro delle Acli “per rendere più rapide le procedure di inserimento corrispondono anche delle misure oggi necessarie di maggiore flessibilità in uscita. Bisogna nel contempo agire con misure di equità, noi quindi abbiamo espresso un parere positivo allo stato delle cose e abbiamo anche indicato al Governo di proseguire con determinazione, con la dovuta celerità e con l’apertura necessaria a chiudere il negoziato con il consenso delle parti sociali”.

Vivere bene? Solo al Nord


Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna prime tra le regioni italiane per qualità dello sviluppo e della vita. Vanno invece male Lombardia e Lazio, in testa nella classifica del Pil ma non così favorite in fatto di benessere sostenibile. Più difficile la situazione al Sud. È la fotografia del IX rapporto Quars, realizzato dalla Campagna Sbilanciamoci.