Notizie

Emergenza “silenzio”

di Admin GRS


Un mese fa l’Unicef ha lanciato all’opinione pubblica un allarme: “Almeno un milione di bambini sotto i cinque anni, nella regione del Sahel, rischia di morire nell’indifferenza generale”. Eppure, a parte qualche reportage, questa emergenza, come tante altre, non fa notizia. Ecco perché Unicef Italia, per la prima volta, ha deciso di partecipare quest’anno al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia, in programma fino al 29 aprile.

Locale è bello

di Admin GRS


In occasione della Settimana Europea delle Cooperative, Carlo Borzaga, presidente di Euricse, ha inviato un appello a tutti i capi di Stato e di Governo dell’Unione Europea affinché tengano conto delle specificità del credito cooperativo, e in generale del credito locale. “Ricetta – dice – per rilanciare la ripresa economica del vecchio continente”.

Le sbarre dell’indifferenza

di Admin GRS


Troppe ombre sul superamento, per legge, degli ospedali psichiatrici giudiziari. Che ora rischiano di essere gestiti da enti privati. Roberto Loddo, di Stop Opg Sardegna.

Trofeo della Liberazione

di Admin GRS


Anche quest’anno, per il 25 aprile, torna la manifestazione giovanile di atletica leggera su pista riservata alle categorie cadetti e allievi. Organizzata dalla Uisp, con la collaborazione dell’Anpi, in diverse località italiane saranno presenti partigiani o familiari di partigiani deceduti nel 1945.

Madri assassine, non più tabù

di Admin GRS


Il 27 aprile esce nelle sale il film Maternity Blues. Il regista Fabrizio Cattani e Intervita Onlus presentano un ciclo di incontri in diverse città italiane sulla depressione post partum. Fra gli ospiti anche Antonino Calogero, direttore dell’Ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione delle Stiviere, che racconta come curare queste donne e aiutarle a uscire dalla solitudine.

Libia, orrore senza sosta

di Admin GRS


Amnesty International ha sollecitato il Consiglio nazionale di transizione del Paese ad indagare immediatamente sulla morte sotto tortura, in un carcere di Misurata, di un uomo appartenente all’etnia tawargha. Popolazione libica nera che sta subendo da mesi gravi violazioni dei diritti umani.

Mezzogiorno rosa

di Admin GRS


Al centro di un convegno a Roma, il riscatto economico, sociale e culturale delle donne in alcune periferie disagiate del Meridione. Sentiamo le proposte di Daniela Castagno, responsabile attività istituzionali Fondazione Con il Sud “dare voce alle organizzazioni di donne in primis, presenti sulle periferie centrali dei quartieri degradati, e da qui è nata anche attraverso esperienze abbastanza innovative, la proposta, sui diversi quartieri, di attività tra le più disparate che però nascono dai territori e vanno dal catering e servizi di ristorazione, organizzati dalle cooperative di donne che in quei quartieri vivono, a servizi di badantato o di baby sitting o di micronidi e quindi rispondono ai bisogni che le organizzazioni del territorio e in particolare le donne, vivono sui loro quartieri”.

Un caffè salva la vita

di Admin GRS


È la proposta di Adiconsum. “Basterebbe un euro a conto corrente acceso presso ogni singolo istituto di credito – secondo il segretario generale dell’associazione dei consumatori Giordano – per costruire un Fondo di milioni di euro capace di intervenire con operazioni di microcredito a favore di famiglie e imprenditori ed evitare così eventi drammatici quali suicidi”.

LasciateCIEntrare

di Admin GRS


Una settimana di mobilitazione per la democrazia, i diritti e la trasparenza nei centri di detenzione per migranti. La testimonianza di Stefano Brugnara dell’Arci entrato nel Cie di Bologna “una visita scioccante la definirei. Io era la prima volta che entravo in un Cie e la realtà dentro è una realtà che confligge con la logica. Oltretutto la notizia che abbiamo appreso oggi è quella che sono state aperte le buste per l’assegnazione della gestione a partire dal prossimo agosto e ha vinto un consorzio con una offerta al massimo ribasso. Più della metà inferiore rispetto a chi lo gestisce attualemnte e questo preoccupa ulteriormente”.

Fermiamo Azzardopoli

di Admin GRS


Libera, l’associazione di don Ciotti contro le mafie, chiede una legge quadro sul gioco d’azzardo e di limitare i messaggi pubblicitari e di marketing su questa piaga che genera dipendenza e attira i clan mafiosi. Sono due milioni gli italiani a rischio. Daniele Poto, giornalista e curatore del rapporto “in questo momento il Governo è impegnato sul fronte dell’emergenza finanziaria e delle tasse. Non si parla di crescita o se ne parla solamente in termini virtuali e quindi come qualche mese fa si parlava di riforma della giustizia tutti gli altri problemi passano in seconda linea. Il Ministro Balduzzi il 21 marzo ha fatto una dichiarazione specifica in cui ha detto che vuole inserire nei livelli elementari di assistenza sanitari, la devianza patologica da gioco e quindi speriamo che queste affermazioni di principi poi si traducano in provvedimenti legislativi”.