Notizie

Meta solidale

di Redazione GRS


I giganti della Syrako Rugby, squadra di Siracusa, hanno disegnato un grande sorriso sulle mascherine che indossano quando consegnano i pacchi spesa ai siracusani in difficoltà. Hanno risposto all’appello della Caritas diocesana che cercava volontari e, tra allenamenti e campionato fermi, smart working e cassa integrazione, hanno pensato di utilizzare il tempo libero per dare una mano a chi ha più bisogno.

“Vorremmo fosse un segno di buon auspicio, per quando potremo tornare a ridere insieme. Di nuovo a viso scoperto”, racconta Roberto con il suo fisico massiccio da mediano di mischia della Syrako Rugby. Insieme al compagno di squadra Gianni, secondo centro, ha letto nelle settimane scorse l’appello della Caritas diocesana che cercava volontari e senza pensarci due volte, hanno subito preso il telefono e chiamato il direttore, padre Marco Tarascio.

“Il primo insegnamento del nostro sport è non scoraggiarsi: ogni volta che l’avversario ti butta già, ci si rialza per strappargli ancora qualche metro. Il secondo è la solidarietà: si avanza passando la palla indietro al compagno. Ed è stato forse per queste ragioni che, in questi giorni difficili, nonostante le preoccupazioni che ognuno di noi ha, ci è venuto spontaneo pensare a chi sta peggio”, raccontano Roberto e Gianni attraverso il sito della Caritas. Per dare una idea del bisogno diffuso in città, sono circa 6.000 le richieste giunte al Comune di SIracusa per i buoni spesa statali.

Da Roma sono arrivati 901mila euro. “Vuol dire in media 238 euro a famiglia”, fa i conti don Marco Tarascio. “Quella cifra era però uguale per tutti, anche per chi ha dieci figli, e non sono casi poi così rari. Era evidente che quelle risorse non sarebbero state sufficienti”. Ecco perchè la Caritas non si ferma e continua con le sue attività di supporto ai nuclei familiari in forte difficoltà. Sono 2.200 le famiglie seguite dall’organizzazione diocesana, con un pacco spesa consegnato almeno ogni 8 giorni.

 

Quale sicurezza

di Redazione GRS


Disponibili i dati Inail su denunce di infortunio nel complesso, con esito mortale e di malattia professionale. In controtendenza rispetto all’andamento degli altri settori economici, il settore Ateco “Sanità e assistenza sociale” che ha registrato un forte incremento delle denunce di infortunio in occasione di lavoro: +33% su base trimestrale e +102% su base mensile (marzo 2020 su marzo 2019). I casi denunciati sono raddoppiati.

La fase due per chi non vede

di Redazione GRS


Giuliano Frittelli, Presidente della Sezione di Roma dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, mette in guardia: “Il contingentamento degli accessi ai mezzi di trasporto pubblico rischia di trasformarsi nella negazione del diritto alla mobilità per chi non può optare per l’automobile, e sarà necessario trovare delle soluzioni alternative e condivise”. Le associazioni avevano già protestato alla fine dello scorso anno a Roma per il caos del servizio taxi per le persone con disabilità. Ecco cosa disse Frittelli. (sonoro)

Open Year Home Made

di Redazione GRS


Al via il programma radiofonico curato dai volontari in servizio civile presso il CSV Napoli. In collaborazione con Radio Shamal, il racconto di esperienze di volontariato, appelli e informazioni per sostenere l’operatività del volontariato dell’area metropolitana di Napoli.

Bombe a orologeria

di Redazione GRS


Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, quasi la metà delle persone decedute nel Vecchio Continente a causa del Covid-19 era residente nelle case di cura. Secondo il direttore dell’Oms Europa, Hans Kluge, si tratta di “una tragedia umana inimmaginabile”, aggiungendo la necessità urgente di ripensare il modo in cui le strutture operano.

Sportello in rosa

di Redazione GRS


L’Associazione Italiana Donne Medico (AIDM) lancia la campagna Donne e Salute al tempo di Coronavirus con il numero verde gratuito 800.189.441 per garantire, anche in questo periodo di emergenza, ascolto, consigli specialistici, o per rispondere a dubbi, incertezze e richieste d’informazione.

Per proteggere l’ambiente

di Redazione GRS


In occasione della Giornata mondiale del Pianeta Terra è stato lanciato il sondaggio sulle potenzialità di turismo ed escursionismo fluviale nella tutela degli ambienti ripari. Il servizio di Elena Fiorani.

Il turismo fluviale è una pratica di viaggio antica che, con modalità rinnovate e contemporanee, sta riscuotendo enorme successo in molte parti d’Europa e del mondo. Si tratta di un turismo ecologico e responsabile, non solo perché immerso nella natura e nel paesaggio ma anche perché praticato con forme di mobilità dolce e a impatto zero. Il 22 aprile è partito il sondaggio su natura e biodiversità dei fiumi, delle sponde e degli argini, promosso dalla Società italiana professionisti mobilità dolce e turismo sostenibile. Il questionario vuole conoscere l’attitudine di chi pratica la mobilità dolce a considerare le rotte fluviali al pari di altri percorsi escursionistici, aumentando anche la consapevolezza su biodiversità e natura da parte di viaggiatori e turisti. La ricerca è realizzata in collaborazione con realtà di sport sociale e tutela dell’ambiente.

Buone notizie

di Redazione GRS


Dalla formazione lavorativa ai tirocini, dalle agevolazioni per i trasporti casa-lavoro a quelle per la dotazione tecnologica, dal sostegno all’auto-imprenditorialità fino agli incentivi alle imprese che assumono lavoratori con disabilità. Obiettivo, garantire a tutti il diritto al lavoro sul territorio. Sono queste le finalità del Fondo Regionale Disabili approvato dalla Giunta dell’Emilia Romagna con una dotazione di 17 milioni e 500 mila euro sul bilancio 2020-2022. Destinatarie, in primo luogo, le reti di servizi pubblici e di servizi privati accreditati.

Mascherina contro gli abusi

di Redazione GRS


Nel Casertano, a Casal di Principe, in un bene confiscato alla camorra, nasce il laboratorio per produrre i presidi contro il coronavirus: saranno destinati alle operatrici dei Centri antiviolenza di tutta Italia e contribuiranno a sostenere l’autonomia delle donne in fuga dai maltrattamenti. Ascoltiamo Lella Palladino di Cooperativa Eva. (sonoro)

Il tesoro imperdibile

di Redazione GRS


“Salviamo i teatri e la cultura che a causa dell’emergenza sanitaria rischiano il collasso” è il grido di allarme lanciato dalla Federazione Italiana Artisti insieme ad Arci Lazio e Forum terzo settore regionale. L’appello indirizzato al Campidoglio punta a garantire una serie di interventi indispensabili per la salvezza degli operatori culturali, teatrali e artistici. Le istanze saranno discusse nel corso di conference call con il vicesindaco di Roma Capitale che si concluderanno oggi.