Notizie

Virus arrestato

di Redazione GRS


Quello che avrebbe potuto essere un grande pericolo è stato per fortuna contenuto. Nelle carceri l’epidemia si è diffusa meno del previsto. Il servizio di Paolo Andruccioli.

Tra le ragioni del contenimento: la forte riduzione del numero dei detenuti che sono passati da 61 mila a 53 mila, l’organizzazione oculata degli spazi e lo stop pressoché totale ai rapporti con l’esterno. Ma ora si tratta di affrontare la prova più difficile: il ritorno alla normalità nelle visite dei parenti. Ecco cosa serve secondo l’associazione Antigone. Ascoltiamo il presidente Patrizio Gonnella. (sonoro)

Time to Care

di Redazione GRS


È il servizio che giovani tra i 18 e i 35 anni, per i prossimi sei mesi, potranno svolgere per aiutare le famiglie con persone anziane o quelli che vivono da soli. Il personale avrà un contratto e sarà formato dalle organizzazioni di Terzo Settore. A renderlo possibile il protocollo firmato dalla Ministra Elena Bonetti e dal Ministro Vincenzo Spadafora, con uno stanziamento di 5 milioni di euro per il 2020.

Svolta green

di Redazione GRS


Per uscire dalla crisi generata dal Coronavirus la città di Bruxelles pensa a un cambiamento radicale della mobilità, per passare dall’essere una delle città con le strade più congestionate d’Europa a una di quelle più bike-friendly. Il piano è di creare 40 chilometri di piste ciclabili per alleggerire il trasporto pubblico, aumentare la sostenibilità e mantenere il distanziamento sociale.

#dallapartedeibambini

di Redazione GRS


Continua l’azione di Sport Senza Frontiere in questo periodo di emergenza sanitaria, sociale ed economica. Oltre agli altri interventi destinati alle famiglie, l’associazione, che segue bambini provenienti da nuclei poveri e fragili, sta realizzando video tutorial con allenamenti e giochi motori, in collaborazione con i tecnici e gli allenatori. Ecco cosa ha detto Marco Fighera schermidore, medaglia d’argento a Rio 2016, testimonial delle iniziative della Onlus. (sonoro)

Dopo la chiusura progressiva delle scuole e dello sport, Sport Senza Frontiere si è dedicata a bambini e famiglie, mettendo in campo vari interventi attraverso uno staff di psicologi, educatori, allenatori e tutor: distribuzione alle famiglie più bisognose di un kit integrato composto da generi alimentari e integratori attenendoci ad una lista validata dal Dipartimento di Biomedicina e prevenzione della facoltà di medicina dell’Università di Roma Tor Vergata.

Prodotti per la disinfezione e pulizia degli ambienti domestici, gel, mascherine e guanti Kit ludico-didattico da distribuire ai bambini realizzato insieme all’Università Roma Tre Dipartimento di Scienze della Formazione Tablet e connessioni internet grazie al supporto di Vodafone. Oltre a queste, altre azioni di supporto attraverso webinar, collegamenti telefonici e di piattaforme social con la collaborazione di CISCO ITALIA. Attività fisica: In questo periodo di sedentarietà forzata è essenziale garantire la cura del benessere psico-fisico dei nostri minori beneficiari. Per questo stanno realizzando dei video tutorial in collaborazione con i tecnici e gli allenatori della Rete Solidale di ASD, ovvero allenamenti, contest e giochi motori da inviare alle famiglie.

Attività di prevenzione sanitaria e educazione alimentare. Aiuto compiti e attività ludico ricreative. Counseling psicologico alle famiglie per stare vicino a chi in situazioni come questa, sta perdendo anche quel poco che si è faticosamente costruito. È stata attivata a questo proposito un partenariato con la SIPEM (Società Italiana Psicologia dell’Emergenza) che collabora con i nostri psicologi. Il modello di intervento realizzato in occasione dell’emergenza COVID-19 è stato condiviso e validato dall’Alta Scuola di Psicologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. La collaborazione con l’università è finalizzata alla valutazione d’impatto dei programmi di Sport Senza Frontiere.
CLICCA QUI, PER DONARE AI BAMBINI IN DIFFICOLTÀ E ALLE LORO FAMIGLIE

A casa con te

di Redazione GRS


A Gallarate, in provincia di Varese, i volontari Auser tengono compagnia telefonica agli anziani che lo desiderano parlando di libri, cinema e teatro. Un aiuto per sentirsi meno soli grazie alla cultura. Il servizio è attivo al numero 320 628 3145 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.

Lo dice Francesco

di Redazione GRS


Coronavirus, gli italiani con il Papa: “Serve una nuova economia, ma non accadrà”. All’uscita dalla crisi il 70% degli italiani vedrebbe con favore un modello economico più etico, ma c’è scetticismo sulla sua concreta realizzabilità. I risultati di un sondaggio condotto per l’Osservatorio Coronavirus di SWG-Area Studi Legacoop.

Effetti collaterali

di Redazione GRS


La pandemia globale mette a rischio la salute di milioni di persone, ma anche un altro diritto umano fondamentale. Ci spiega quale, Fabio Piccolino.

“L’epidemia di Covid-19 sottolinea e amplifica le molte crisi che minacciano il diritto a un’informazione libera, indipendente, varia e affidabile”: è il monito di Reporter Senza Frontiere in occasione della Giornata per la libertà di stampa che si è celebrata ieri in tutto il mondo.
Nel corso della ricorrenza, il Consiglio d’Europa ha evidenziato il pericolo di “indebite restrizioni” da parte di alcuni governi che, approfittando dell’emergenza sanitaria, hanno limitato la libertà dei cronisti. Nelle scorse settimane alcune organizzazioni europee avevano lanciato la petizione “No quarantine for democracy” affinché tutte le misure di emergenza adottate dai governi fossero rispettose della democrazia, della trasparenza e dello stato di diritto.

A piccoli passi

di Redazione GRS


I servizi per le persone con disabilità dovranno essere riattivati in base ai Piani territoriali adottati dalle Regioni. Per questo le associazioni lombarde che ne tutelano i diritti hanno chiesto un tavolo di confronto per favorire la ripartenza dei servizi indispensabili per loro e per le loro famiglie. Dalla Regione, spiega Valeria Negrini, portavoce del Forum Terzo Settore Lombardo, sono arrivati “primi segnali positivi”.

In sella

di Redazione GRS


Arriva Bike-in, il drive in con le biciclette, per ricominciare a fruire del cinema ma anche di teatro, musica e spettacoli. Una boccata di ossigeno per il settore della cultura ma nel rispetto dell’ambiente e della sostenibilità. La proposta è di tre aziende che sono già pronte ad allestire le piazzole in vista dell’estate.

Il progetto a cura di Fresh Agency, Live Club e Shining Production, tre realtà con un curriculum ultra ventennale nel mondo dello spettacolo, non si limita soltanto a riproporre il drive in. A differenza del fenomeno importato dagli Stati Uniti nel secondo dopoguerra, il Bike-in si propone come mezzo di stampo ecologista per uscire dalla battaglia contro il Coronavirus.

Vista la crisi economica che sta colpendo cinema, teatri, concerti costretti alla chiusura causa pandemia, l’idea sarebbe quella di trasferire proiezioni e spettacoli all’aperto. Non sarebbe una novità, se non fosse che per raggiungere la destinazione ed assistere all’evento si dovrà utilizzare la propria bicicletta.

Un’ipotesi che, da un lato garantirebbe la ripresa delle attività per migliaia di lavoratori e dall’altro darebbe spazio al distanziamento fisico degli spettatori senza rinunciare alla socialità e al rispetto per l’ambiente. Proprio su quest’ultimo punto, l’ecosostenibilità dell’iniziativa, si demarcherebbe la linea di confine con il suo antenato drive-in: esclusa la possibilità di ingorghi, abbattuti i costi legati all’inquinamento, incentivato l’utilizzo di un mezzo green per la propria mobilità urbana.

Dunque il format appare propedeutico allo sviluppo di un nuovo modo di concepire gli spostamenti che implichi l’utilizzo di piste ciclabili e aree pedonali. Senza contare che la formula proposta si presta ad essere replicata in più aree e in vari momenti della giornata, favorendo così il pieno utilizzo dello spazio pubblico all’aperto. E per garantire una maggiore sicurezza, il progetto prevede che siano sempre presenti punti di accesso e di uscita controllati e servizi igienici selezionati per rispettare le norme vigenti in materia di distanziamento, igiene e sanificazione.

Le tre aziende promotrici del Bike-In sono già pronte ad allestire il set dell’attrazione in modo tale da rispettare i protocolli di sicurezza, senza però rinunciare a un’estate di eventi e spettacoli all’aria aperta.

di Pierluigi Lantieri

Solo per parlare

di Redazione GRS


Il doppio delle richieste rispetto alla normalità pre-Covid. Le persone chiedono beni di prima necessità, aiuti economici, pasti, ma spesso ci si rivolge ai centri di solidarietà solo per avere un po’ di ascolto e rompere la solitudine. Sono i risultati di una rilevazione nazionale condotta dalla Caritas Italiana nel periodo compreso fra il 9 e il 24 aprile scorsi. In un video la testimonianza di Luca Murdocca, coordinatore del servizio aiuto alla persona di Roma. (sonoro)