Notizie

La corsa di Miguel

di Admin GRS


Tuta e scarpe da ginnastica domenica a Roma per il consueto appuntamento, organizzato da Libera e Uisp, per ricordare un giovane desaparecido argentino. Ascoltiamo le novità di questa tredicesima edizione da Valerio Piccioni, ideatore della manifestazione “la novità è questa svolta un po’ paralimpica nel senso che ci saranno diversi campioni della disabilità sportiva tra cui tre in particolare che andranno a Londra 2012. La cosa importante è che tutti i 7000 atleti riceveranno nel pacco gara un quaderno, che si chiama quaderno paralimpico, con alcune immagini di atleti paralimpici che anddranno a Londra”.

Il buio è uno spazio

di Admin GRS


Al Museo di Trastevere, a Roma, le foto dell’artista Evgen Bavcar, non vedente dall’età di 12 anni, e che ha sviluppato una poetica personale basata su ricordi, profumi e sensazioni che provengono dal mondo circostante. L’esposizione, che rimarrà aperta al pubblico fino al 25 marzo, presenta una selezione delle sue famose stampe in bianco e nero e alcuni dei suoi scatti a colori. 

Sequestrato cooperante italiano

di Admin GRS


Si chiama Giovanni Lo Porto, ha 38 anni, ed è stato rapito a Multan, nella provincia centro-occidentale del Pakistan. Con lui anche un 45enne tedesco. La Farnesina conferma la notizia ma vuole mantenere una linea di riserbo per “non compromettere – dice – gli sforzi per giungere alla liberazione”.

Povera Italia

di Admin GRS


Allarmanti gli ultimi dati forniti dall’Istat: il 4% della popolazione del nostro Paese vive in assoluta povertà. E un nucleo familiare su dieci poco al di sopra. Le previsioni per quest’anno non fanno presagire nulla di buono: la crisi galoppante aumenterà di fatto l’indigenza, e a rimetterci saranno soprattutto gli anziani.

Democrazia e cambiamenti sociali

di Admin GRS


Sono i temi al centro del convegno che si è svolto oggi a Pisa, organizzato dall’Università del Terzo settore. Ad intervenire anche Ugo Ascoli, docente dell’ateneo di Ancona, che ha parlato di welfare e solidarietà “il futuro per l’Italia è un futuro difficile se si continua a pensare  che i problemi siano solamente quelli della riduzione drastica del welfare senza preoccuparsi degli effetti che questo ha sulla coesione sociale, sugli atteggiamenti solidaristici, sulla fiducia delle persone cioè su quello che possiamo chiamare il capitale sociale di questo paese. Invece il terzo settore in questo momento deve giocare un ruolo di contro cultura, deve spostarsi sulle frontiere importanti che sono le uniche in grado di ridurre, in prosepttiva, le disuguaglianze sociali”.

I diritti alzano la voce

di Admin GRS


È partita la campagna alimentata da un network formato da 24 organizzazioni del volontariato e del Terzo settore italiani. Tantissime le associazioni del mondo no-profit unite per ribadire ancora una volta che: “Chi nega i diritti, nega le persone”.

Sport e cultura per il rilancio sociale dell’Aquila

di Admin GRS


E’ il senso del progetto “Lo sport per iniziare una storia” presentato oggi e finanziato con i fondi europei sulla coesione sociale post terremoto. Il progetto, realizzato dalla cooperativa Verdeaqua Smile, vede coinvolti partner che a vario titolo operano con e per i giovani, anziani e disabili.

Un libro per Lia Varesio

di Admin GRS


È da oggi in libreria Dalla parte degli ultimi, scritto da Diego Novelli e pubblicato dal Gruppo Abele, che ricorda la fondatrice della Bartolomeo e Co., associazione che dal 1979 offre aiuto, cibo e letto a chi non ha casa. I proventi delle vendite saranno devoluti all’associazione.

La fame nel mondo? Colpa delle banche

di Admin GRS


Secondo un rapporto pubblicato da Friends of the Earth Europe, organizzazione che promuove la protezione ambientale, gli istituti di credito europei, insieme alle compagnie di assicurazione, stanno aumentando la fame del pianeta, speculando sui prezzi alimentari e finanziando l’accaparramento di terre nei paesi più poveri.

Welfare, maglia nera alla Campania

di Admin GRS


Con 55 euro lordi pro-capite è la regione italiana che investe di meno in materia di politiche sociali. Sentiamo perché da Giacomo Smarrazzo, del comitato campano Il welfare non è un lusso “fino ad oggi la Campania, come molte altre regioni del sud, hanno compensato i fabbisogni finanziari della spesa sociale attraverso l’utilizzo dei fondi europei, cosa che in questi ultimi anni per motivi di carattere politico e burocratico-amministrativo non avviene, nel senso che i fondi strutturali sono fermi, il Fondo Sociale Europeo è fermo e non viene speso. Questo comporta un ulteriore danno a carico dei cittadini e delle persone che avrebbero, soprattutto in un periodo di crisi, bisogno di maggiore attenzione”.