Notizie

Vittime di tratta: la chiave dell’indipendenza

di Redazione GRS


L’assistenza non basta. Favorire l’indipendenza delle vittime di tratta, questa è la chiave è per aiutare le vittime a identificare i loro bisogni. Lo dice l’analisi delle organizzazioni che offrono assistenza alle vittime della tratta di esseri umani in Belgio, Germania, Italia e Spagna, nel report “Un mondo in cui credere”

 

Tumori testa-collo, torna Make Sense Campaign 2021

di Redazione GRS


#Tienilatestasulcollo. Torna la campagna di sensibilizzazione sui tumori testa-collo: “ignorare i sintomi non cancella il problema, nei tumori testa-collo un controllo può salvarti la vita”. Dal 20 al 24 settembre la campagna europea Make Sense Campaign 2021, per la diagnosi precoce dei tumori della testa e del collo.

“Lettori alla pari”: la prima fiera che promuove la lettura accessibile

di Redazione GRS


 

 

 

Letture inclusive. A Terlizzi in provincia di Bari la Fiera dei lettori alla pari, primo festival dedicato al diritto alla lettura e alla letteratura per le persone con disabilità. Il servizio è di Clara Capponi.

Permettere ad ogni persona di accedere alla lettura è enzima di democrazia e partecipazione, di pari opportunità e dignità. E’ questo lo spirito che sta dietro “Lettori alla pari” primo festival in italia dedicato alla lettura accessibile.

Dal 17 al 19 settembre la città sarà animata da oltre 70 ospiti e 20 incontri dedicati all’accessibilità, a scuola, in biblioteca, in città, insieme a laboratori per mettersi in gioco con l’inclusione. Previste inoltre 7 esposizioni da guardare, ascoltare, toccare per scoprire nuove possibilità di lettura. Il progetto è ideato dalle Edizioni La meridiana ed è finanziato dalla Regione Puglia.

Scuola inadatta per formare al lavoro: l’opinione degli italiani

di Redazione GRS


Cambiare passo. Scuola e lavoro: per gli italiani la scuola è appena sufficiente, e inadatta per formare al lavoro. In metà del Paese, mismatch tra imprese e formazione professionale. È quanto emerge dai risultati di “Gli italiani e la scuola”, secondo report di #FragilItalia, l’osservatorio di AreaStudi Legacoop, nato dalla collaborazione con IPSOS e Centro studi di Unioncamere Emilia-Romagna.

Festival Sócrates: a Roma la tre giorni dedicata all’editoria sportiva

di Redazione GRS


Sport, storie, società: tre parole d’ordine per la prima edizione di Sócrates, festival culturale e fiera dell’editoria sportiva. A Roma, da domani al 19 settembre, un fitto programma di eventi ed incontri con molti nomi di prestigio tra scrittori, giornalisti di settore e addetti ai lavori. Obiettivo: guardare alla nostra società attraverso la lente dello sport e del racconto sportivo.

Il panorama degli eventi editoriali per la stagione autunnale si arricchisce di entusiasmanti e interessanti novità, lanciando e proponendo al pubblico la prima edizione di un festival culturale e di una fiera dell’editoria sportiva: Sócrates – Sport Storie Società. Un festival e una fiera per editori, libri, incontri che si terrà a Roma dal 17 al 19 settembre (venerdì dalle 17 alle 22 – sabato e domenica dalle 11 alle 22) e con ben 50 appuntamenti. La fiera avrà sede negli spazi aperti del Circolo ARCI del Brancaleone, in via Levanna, 11. Tra i luoghi deputati agli incontri: la Biblioteca Flaiano, Parco Labia, e altre piazze e spazi sociali del Terzo Municipio.

“Sócrates: Sport Storie Società” è organizzata dal Terzo Municipio con il supporto della Scuola del libro e coinvolge le diverse realtà locali che durante le tre giornate dialogheranno con nomi di prestigio tra scrittori, giornalisti di settore e addetti ai lavori. La direzione artistica è curata da Alessandro Gazoia, scrittore, e da Federica Antonacci, organizzatrice di eventi. Sócrates – Sport Storie e Società utilizza la lente dello sport e del racconto sportivo per guardare alla nostra società, ai suoi modelli culturali di riferimento e a come, nel tempo e nei luoghi, si modifica la sensibilità comune. Oltre a essere fonte di ispirazione, divertimento e gioia per molte persone lo sport, con questo festival, diventa anche altro, trasformandosi in un progetto culturale stimolante, ambizioso quanto coinvolgente. Fare sport, raccontare storie legate alle sue varie discipline e portarlo poi negli ambiti culturali e nei quartieri dove gli spazi sono luoghi condivisi, messi a disposizione del pubblico e dei cittadini, amplifica il suo stesso significato. Per questo i 50 incontri daranno sì spazio al divertimento, ma ponendo sempre al centro la riflessione, la partecipazione e gli interventi dei presenti.

Tra le case editrici presenti nella fiera, importante e significativa è l’adesione di quelle specializzate nello sport e di altre con differenti specificità, ma con la presenza nel catalogo di collane sportive. Alcune delle case editrici presenti: Alegre, Diarkos, Ediciclo, Edizioni Clichy, Edizioni Mare Verticale, Einaudi, Giorgio Nada, Giulio Perrone editore, il Saggiatore, Incontropiede, Lab Dfg, La Nave di Teseo, Milieu edizioni, minimum fax, Mimesis, Nutrimenti, People, Red Star Press, 66thand2nd, Sellerio, Tunué, Urbone.

Numerose le declinazioni con cui verrà trattato il tema sportivo. Si spazierà dalle biografie, ai saggi, al memoir, ai romanzi accompagnati da letture collettive di racconti e per l’occasione il divertimento sarà assicurato con veri tornei di “biliardino letterario”: progetto ludico culturale che vuole accostare il piacere del gioco alla promozione del libro e della lettura. C’è in pratica un biliardino, uno vero, con le stecche, gli omini rossi e blu e le palline e ci sono tante squadre che hanno come nome il titolo di un libro e che per iscriversi al torneo hanno versato tale libro all’organizzazione come quota di iscrizione. Il Maestro e Margherita contro Moby Dick, e poi ancora L’Avversario contro Tre uomini in barca. Chi passerà il turno? Quale squadra porterà alla vittoria il proprio libro preferito? Chi vincerà?

Per gli appassionati di calcio, diversi gli incontri proposti: dall’evento in ricordo di Gianni Mura, storica firma di la Repubblica e tra le penne più apprezzate dello sport, all’incontro su Maradona, a partire dal libro sul campione di Gianni Minà fino a quelli dedicati a George Best, a Zlatan Ibrahimovic e a Gigi Riva. Aprirà il festival Sandro Bonvissuto che sull’amore per una squadra di calcio, la sua Roma, ha scritto La gioia fa parecchio rumore (Einaudi), il suo ultimo romanzo. Parteciperà tra gli altri, Angelo Carotenuto con Le canaglie (Sellerio), questa volta protagonista la Lazio degli anni ’70. Tra gli ospiti i militanti del collettivo Unfair play con La risposta è 442.

Ciclisti urbani, amanti delle due ruote e appassionati di ciclismo troveranno un importante spazio dedicato: cantata dai Têtes de Bois, interpretata da Margherita Hack in un video, e oggi raccontata da Simona Baldelli nel libro Alfonsina e la strada (Sellerio); Alfonsina Strada, personaggio centrale di un incontro, è stata la prima donna che partecipò a gare maschili come il Giro di Lombardia e il Giro d’Italia E poi ancora storie d’amore a pedali e fughe epiche faranno da cornice al festival. Attesa la partecipazione del collettivo Bidon con Vie di fuga.

Si rallenta, ma senza fermarsi con momenti dedicati agli itinerari per camminare dalla celebre Francigena alla Via di Francesco, da Italia Coast to Coast ai cammini dedicati a San Francesco di Paola, dalle grandi vie romane al Cammino Minerario di Santa Barbara ma anche gli itinerari più brevi che attraversano montagne e vallate, pianure e isole del nostro paese. Tra gli ospiti più attesi la giornalista spagnola Silvia Cruz Lapeña, autrice di Lady Tyger pubblicato in Italia da Red Star Press. È il racconto della dura lotta di Marian Trimiar, pioniera della boxe femminile, nonché prima donna ad aver ottenuto la prima licenza di boxe professionale a New York. Nel weekend lo sport sarà declinato al cinema e al teatro con la proiezione de Il campione di Leonardo D’Agostini, e lo spettacolo Garbatella Futbol Cleb di Michele La Ginestra, omaggio ad Agostino Di Bartolomei, e Notti tragiche di La Ragione di Stato, dedicato all’Italia nei Mondiali degli anni ‘90. Partecipano al festival, tra gli altri, Fabio Bortoli, Stella Bruno, Luca Briasco, Stefano Friani, Daniele Manusia, Luca Pisapia, Christian Raimo, Pippo Russo, Gianluigi Simonetti.

L’ingresso a tutti gli eventi è gratuito. Per quelli al circolo Arci Brancaleone è necessaria la tessera Arci (si può registrare direttamente lì in sede). Saranno rispettate tutte le normative Covid previste dal DPCM di riferimento in quel periodo. Per il Festival l’organizzazione è a cura di Valentina Battisti, manifesto e grafica a cura di Giorgia Di Carlo e Alberto Scalia, i social di Mariafrancesca Perna, allievi della tredicesima edizione del master “Il lavoro editoriale” della Scuola del libro.