Notizie

Codice rosso

di Redazione GRS


Associazioni di volontariato impegnate nel sistema di soccorso sui territori di tutta Italia manifestano in piazza Montecitorio. Le ragioni della protesta nel servizio di Anna Monterubbianesi. (sonoro)

Le ragioni della protesta nel servizio di Anna Monterubbianesi. (sonoro) Anpas Croce rossa italiana e Misericordie in piazza per il sistema di emergenza urgenza 118/112. Le associazioni ritengono urgente aprire un tavolo di confronto con il Governo per migliorare un percorso di riforma che non cancelli l’apporto del volontariato, una delle componenti fondamentali, tutelando l’interesse di pazienti e cittadini. Ascoltiamo il presidente di Anpas, Fabrizio Pregliasco. (sonoro)

Bene comune

di Redazione GRS


A Catanzaro una comunità amica delle persone con demenze. Il progetto è nato dall’impegno dell’associazione Ra.Gi., organizzazione impegnata da oltre dieci anni nel prendersi cura delle persone con patologie neurodegenerative, e approvato da Federazione Alzheimer Italia. Iniziativa simile al percorso avviato nel borgo di Cicala, conosciuto a livello nazionale per la sua capacità di inclusione.

Tutti per uno

di Redazione GRS


Pubblicato il nuovo bando per la conciliazione famiglia-lavoro, che vale 74 milioni di euro. Le imprese con meno di dieci dipendenti potranno chiedere un finanziamento compreso fra 15mila e 50mila euro. Le grandi imprese possono arrivare fino a 1,5 milioni ma devono contribuire ai costi del progetto con risorse finanziarie pari ad almeno il 30% dell’importo richiesto. Scade il 18 dicembre.

Buone pratiche

di Redazione GRS


Il Parlamento della Nuova Zelanda ha approvato una proposta di legge per legalizzare e regolare l’eutanasia. La misura sarà destinata alle persone malate terminali con un’aspettativa di vita inferiore a sei mesi, che potranno scegliere per la morta volontaria con l’approvazione di due medici. Per entrare definitivamente in vigore la norma sarà sottoposta ad un referendum popolare nel 2020.

Intervista con il territorio

di Redazione GRS


Parte domani da Matera il seminario itinerante per la formazione dei giornalisti sui temi sociali. Il servizio di Clara Capponi. (sonoro)

Società, diritti, economia, cultura, internazionale, sport: sono le sei redazioni del giornale radio sociale che animeranno nei prossimi mesi un ciclo di seminari per la formazione dei giornalisti nelle regioni del sud. Il percorso, realizzato insieme all’agenzia Redattore sociale, Forum del terzo settore e il sostegno della fondazione con il sud punta a ragionare su come avvicinare i cittadini ai media e rafforzare la funzione sociale del giornalismo attraverso il racconto del “territorio”, che è la parola chiave del progetto. Il programma del primo seminario in programma a Matera il 15 novembre alla fondazione Sassi, organizzato in collaborazione con Ordine dei Giornalisti della Basilicata, vedrà la presenza di importanti operatori dell’informazione, della comunicazione sociale e del non profit chiamati a un confronto sul ruolo della cultura e del giornalismo attraverso il racconto di importanti esperienze che valorizzano il territorio e i beni comuni della Basilicata.

Oltre le mura

di Redazione GRS


Si conclude oggi l’edizione 2019 del torneo “Sportivamente” organizzata nel carcere di Foggia. In programma un pomeriggio di sport e inclusione per valorizzare la funzione rieducativa della pena. Dalle 14.30 il campo di calcio della Casa Circondariale ospiterà la finale del torneo che, negli scorsi mesi, ha visto sfidarsi in campo le squadre delle diverse Sezioni dell’istituto penitenziario.

L’intera manifestazione sportiva ha visto un elevato coinvolgimento di tutta la popolazione detenuta, che ha contribuito a rendere speciale il torneo. Attraverso lo sport si affermano i valori fondanti del senso civico, del rispetto del proprio prossimo e del valore della regola. L’IPSSAR “M. Lecce” di San Giovanni Rotondo ha in programma un’attività di collaborazione con la Casa Circondariale di Foggia, “una serie di iniziative che partiranno dalla pratica sportiva, con una notevole rilevanza didattica per gli alunni e riabilitativa per i detenuti”.

Uno, nessuno e Centocelle

di Redazione GRS


Nella capitale i ripetuti attacchi ai locali del quartiere romano sono un assalto a spazi sociali e presidi quotidiani contro illegalità e imbarbarimento. Ai nostri microfoni Vito Scalisi dell’Arci cittadina.

(sonoro)

Bene così

di Redazione GRS


Save the Children plaude il governo per l’ampliamento, già dal rimo gennaio, del sostegno alle famiglie per il pagamento delle rette degli asili nido. L’associazione chiede un contestuale impegno per procedere, rapidamente, alla copertura del servizio su tutto il territorio nazionale, a partire dalle aree più deprivate, incentivando anche la riconversione degli spazi delle scuole materne oggi inutilizzati a causa del calo demografico e l’attivazione di servizi integrativi.

Per una giustizia sociale

di Redazione GRS


Il Forum disuguaglianze diversità fa il punto sulle 15 proposte. Il servizio è di Giuseppe Manzo. (sonoro)

Il Forum disuguaglianze diversità ha presentato l’avanzamento nell’attuazione delle 15 proposte di giustizia sociale, il nuovo modo di raccontarle, l’imminente pubblicazione del Rapporto da parte de Il Mulino e il lancio del progetto istruzione che caratterizzerà l’attività del prossimo biennio. Lanciato nel febbraio del 2018, il ForumDD è promosso da otto organizzazioni (ActionAid, Caritas Italiana, Cittadinanzattiva, Dedalus cooperativa sociale, Fondazione Basso, Fondazione di Comunità di Messina, Legambiente, UISP) da anni attive in Italia per la riduzione delle disuguaglianze e da un gruppo di ricercatori e accademici. Tre i meccanismi di formazione della ricchezza su cui intervenire: il cambiamento tecnologico, la relazione fra lavoro e controllo del capitale e il passaggio generazionale

Drammatica escalation

di Redazione GRS


In Bolivia l’Esercito ha preso il potere. Scene di guerriglia urbana nella capitale La Paz e nella vicina città di El Alto. Il presidente costretto alle dimissioni dai militari, Evo Morales, si è rifugiato in Messico, ma ha promesso di tornare presto. La popolazione si rifugia in casa e segue in tv gli sviluppi del golpe e le battaglie furibonde all’esterno.